Attualita'

WEB, GOSPEL AND COMMUNITY

loading...

In memoria di Padre Lorenzo Montecalvo, presbitero Vocazionista

 

Napoli, 21 Febbraio – Il contatto umano, pur prendendo le debite precauzioni, rappresenta un tassello fondamentale per la realizzazione di quel mosaico di rara bellezza che ha nome “comunità”; ma, come evidenziato da un presbitero con cui ho recentemente conferito, vi sono in giro “…troppi lupi famelici…“, ovverosia troppi individui animati dal menefreghismo, totalmente incuranti del benessere e delle esigenze altrui: malgrado il Covid-19 abbia ripreso a dilagare, una cospicua pluralità di Concittadini persevera nel trasgredire quelle poche e semplici regole che consentirebbero, almeno in teoria, di tornare a ritmi di vita apparentemente “normali”.

Proprio questo stramaledetto agente patogeno, che ci opprime da circa un anno, ha posto fine alla vita terrena di Padre Lorenzo Montecalvo, presbitero appartenente all’Ordine dei Vocazionisti (ODV) ed attivo in una parrocchia di Pianura, noto per aver fondato e magistralmente gestito “Il Granellino“, comunità spirituale in rete che si cura di diffondere e commentare quotidianamente la Parola di Dio mediante i social networks.

Lo smartphone è, come chiarito nelle mie precedenti pubblicazioni, uno strumento senz’altro utile ad agevolare le comunicazioni a distanza e a favorire lo svolgimento indisturbato di molte attività lavorative, perlopiù intellettuali, ma, com’è noto, crea una dipendenza patologica quasi incomparabile. Padre Lorenzo, consapevole di ciò – oltreché memore delle esortazioni rivolte dal Pontefice a ciascun fedele -, ha assunto la saggia decisione di utilizzare il web per portare avanti la missione affidatagli dal Padre Celeste e dalla Santa Chiesa, ossia evangelizzare le genti.

Pochi hanno idea della stupidaggine e della pericolosità che connota certi files liberamente reperibili su internet, i cui contenuti inneggiano sovente all’autolesionismo, al linguaggio scurrile, a ledere l’onore ed il prestigio dei nostri simili soltanto perché “stranieri”, “neri”, “terroni”, “polentoni”, e robacce varie che nulla hanno a che vedere con la Buona Notizia (il Vangelo) consegnataci dal Signore.

L’esempio luminoso di Padre Lorenzo, apostolo di coloro che frequentano internet, ci insegni a ponderare ogni nostra scelta, a spremerci le meningi prima di effettuare un click e/o di condividere immagini, scritti e video sulle varie piattaforme, a morderci la lingua prima di una registrazione: con un “granellino” di voce corriamo il serio pericolo di far male al Prossimo, distruggendo in pochi attimi quella comunità che persone come il compianto vocazionista hanno faticato a costruire.

Facciamoci, dunque, promotori di pace, armonia e rispetto, vincendo tutte quelle tentazioni che ci spingono a comportarci da “lupi da tastiera”: soltanto in questo modo sarà possibile ravvivare ogni dì il ricordo di Padre Lorenzo, permettendo che il seme da lui piantato nel terreno possa produrre una messe abbondante.

Possa la sua Anima Benedetta riposare nella pace eterna! 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.