Magazine

Tulipani, spettacolari ed ecosostenibili

loading...

Napoli, 31 Marzo – Numeri da capogiro: in base alle stime, in Olanda vengono prodotti ogni anno più di 12 miliardi di bulbi da fiore, per un valore indicativo di quasi 700 milioni di euro. Oltre 3000 aziende, decine di migliaia di posti di lavoro: insomma un grande business internazionale, il cui protagonista è il tulipano affiancato, a una certa distanza, dagli altri bulbi primaverili e, in misura minore, da quelli con fioritura estiva.

Una belle carriera per un bulbo arrivato dalle ingrate e povere terre degli altopiani turchi, tanto più sorprendente se si pensa che adesso il tulipano è tra i fiori più coltivati anche negli Usa, dove non era presente prima che gli inglesi lo importassero per i loro giardini, al tempo in cui erano coloni e dominatori della costa orientale americana.

I primi tulipani che arrivarono in Europa nel ‘500 portarono, nel giro di un secolo, alla prima bolla speculativa internazionale: con il crollo dei prezzi astronomici che il bulbo aveva raggiunto in Olanda crollarono grandi fortune nel giro di 24 ore. La tulipomania tornò rapidamente ad essere un’ossessione di giardinieri e botanici, che nel secolo successivo tentarono di dare un nome alle specie botaniche arrivare dalla Turchia: solo in seguito si scoprì che in realtà erano varietà e ibridi, nati talvolta anche grazie al caso, dote straordinaria che ha fatto del tulipano, insieme alle orchidee e alle rose, un fiore con uno sconfinato numero di varietà.

E oggi la tulipomania sembra nuovamente propagarsi dall’Europa settentrionale a quella meridionale, attraverso l’Atlantico e gli altopiani asiatici per invadere i parchi delle grandi città dell’Est: la nuova eco-tulipomania è un fenomeno da non trascurare.

Produrre i bulbi rispettando l’ambiente: una strada possibile?

Per molti decessi le terre olandesi che si affacciano verso il Mare del Nord sono state intensamente coltivate per produrre bulbi di tulipano, narciso, giacinto, croco e via dicendo. Produzioni intensive, sulla terra sabbiosa e quasi inerte in cui poche altre coltivazioni potevano trovare successo. E per arrivare a numeri altissimi di quantità per ettaro, i coltivatori hanno per lungo tempo imbottito il suolo di concimi chimici e antifungini, fino a creare problemi di inquinamento delle falde acquifere. La maturazione di un forte movimento ecologista, che ha messo in discussione la produzione dei bulbi a carico della qualità ambientale, ha migliorato la situazione e oggi le produzioni avvengono con criteri molto più attenti e responsabili.

Negli anni, le diverse organizzazioni presenti nel settore dei bulbi si sono unite in un consorzio ambientalista che promuove iniziative finalizzate a un approccio equilibrato al problema dell’ambiente. Si affrontano con metodi ecosostenibili i problemi relativi all’impiego di prodotti chimici, fertilizzanti ed energia, si promuovono campagne per evitare lo spargimento dei prodotti lungo i fossi e per orientare le produzioni verso i sistemi biologici e organici.

Non solo: si è cominciato a capire che le bulbose sono una risorsa interessante per chi sceglie la strada del biologico. Perché qualunque angolo del giardino va bene per i tulipani, purché ci sia un pò di sole; hanno bisogno di poca acqua, e solo nel periodo di fioritura. originario di terre in cui l’estate è calda e asciutta, il tulipano risolve il problema della sopravvivenza estiva entrando in una fase di assoluto riposo. Poco sensibili a malattie e parassiti, possono essere coltivati senza richiedere impiego di fitofarmaci, e si accostano perfettamente a piante erbacee da fiore e cespugli. Tutte le caratteristiche che li rendono ideali per quella gestione del giardino che rinuncia ai metodi e ai prodotti dannosi per l’ambiente, pur senza rinunciare allo spettacolo.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.