Comuni

Scisciano, le Associazioni YaBasta! e Nova Koiné presentano il film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre: la realtà dei campi profughi in Libia

loading...

L’ordine delle cose” di Andrea Segre – Domenica 3 Febbraio ore 19.00

 

 

Scisciano, 1 Febbraio – Domenica 3 febbraio con inizio alle ore 19.00, presso l’associazione YaBasta! di Scisciano verrà proiettato il film di  Andrea Segre “L’ordine delle cose”, lavoro prodotto dalla Rai che racconta cosa sono realmente i “campi profughi” in Libia.

Questo film è un pugno nello stomaco di quelli che servono per riuscire, in questa grande confusione, a RESTARE UMANI e solidali. L’interessante dossier di Andrea Segre sarà proiettato nella sede dell’associazione YaBasta!  che da dieci anni ospita attività gratuite per tutti: dal doposcuola, all’aula studio, alla scuola di italiano per stranieri, allo sportello diritti, alla cassa di mutuo aiuto.

Dopo la visione del film si parlerà di Libia e di come rovesciare questa disumana narrazione delle tragedie del mediterraneo, assieme ai ragazzi che sono riusciti a venire in Italia attraversando il mare. Il 3 febbraio riprende, dunque, il percorso di auto-formazione dell’associazione YaBasta! insieme ai fratelli di Nova Koiné e a tutti quelli che credono in un altro mondo possibile e ogni giorno costruiscono percorsi di solidarietà e mutualismo.  La serata si concluderà con la condivisione di una cena “perché – dichiarano i responsabili dell’associazione YaBasta! – siamo gente che spezza il pane e non lascia annegare”.

#apriamoiporti #apriamoicuori 

 

LA STORIA  – (L’ordine delle cose)

Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo italiano lo sceglie per affrontare una delle spine nel fianco delle frontiere europee: i viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia. La missione di Corrado è molto complessa, la Libia post-Gheddafi è attraversata da profonde tensioni interne e mettere insieme la realtà libica con gli interessi italiani ed europei sembra impossibile. Corrado, insieme a colleghi italiani e francesi, si muove tra stanze del potere, porti e centri di detenzione per migranti. La sua tensione è alta, ma lo diventa ancor di più quando infrange una delle principali regole di autodifesa di chi lavora al contrasto dell’immigrazione, mai conoscere nessun migrante, considerarli solo numeri. Corrado, invece, incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare dalla detenzione libica e di attraversare il mare per raggiungere il marito in Europa. Come tenere insieme la legge di Stato e l’istinto umano di aiutare qualcuno in difficoltà? Corrado prova a cercare una risposta nella sua vita privata, ma la sua crisi diventa sempre più intensa e si insinua pericolosa nell’ordine delle cose.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.