Comunicati

Scisciano, consigliere Ambrosino (Noi Insieme):”Trascorsi 5 mesi dall’ultima interrogazione ma le criticità nell’area cimiteriale non sono state risolte. Necessario intervenire subito!”

loading...

Scisciano, 28 Febbraio – Degrado ambientale con cumuli di immondizia abbandonata nell’area parcheggio, nuovo impianto di pubblica illuminazione, collaudato ma non funzionante e rete fognaria inesistente. Sono tre le tematiche che il consigliere di minoranza del comune di Scisciano Raffaele Ambrosino del Gruppo consiliare “Noi Insieme”, sottolinea in una interrogazione formalizzata al Sindaco Edoardo Serpico.  Pubblichiamo di seguito il  comunicato inviato alla redazione di sciscianonotizie.it.

 

E’ doveroso innanzitutto esprimere vicinanza ai nostri connazionali e alle altre nazioni per le conseguenze nefaste dell’infezione del virus COVID 19, denominato Coronavirus, dichiarando la disponibilità, quale consigliere comunale, ad intraprendere qualunque eventuale competente azione finalizzata alla prevenzione e alla mitigazione dei rischi di questa infezione.

E’ doveroso portare avanti, nel contempo, con altrettanta responsabilità, l’azione amministrativa comunale.

Sono, infatti, trascorsi oltre 5 mesi dall’ultima interrogazione, e, piange il cuore, TUTTO è RIMASTO IRRISOLTO NELL’AREA CIMITERIALE: IMMONDIZIA ABBANDONATA NEL PARCHEGGIO, NUOVO IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE -INSTALLATO, COLLAUDATO- MA NON FUNZIONANTE, NUOVA RETE IDRICA NON FUNZIONANTE E MANCANZA DI RETE FOGNARIA.

E’ stata presentata, quindi, una nuova interrogazione al Sindaco del Comune di Scisciano per SOLLECITARE L’ACCENSIONE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE sulla VIABILITA’ e NEL NUOVO PARCHEGGIO DEL CIMITERO COMUNALE.

A pensare quanto impegno è stato profuso per addivenire alla realizzazione di questa importante nuova arteria stradale, denominata Viabilità Area Pip, che collega il territorio comunale Scisciano coi paesi vesuviani, con la S.S. 268 e la zona industriale, opera costata circa 5 milioni di euro con risorse sovracomunali (fondi FAS governativi).

Si registra, stranamente, la mancata partecipazione del Sindaco, quale Assessore all’Urbanistica nell’anno 2012, alla importante Delibera di Giunta Municipale n. 48 del 13 09 2012 di approvazione del progetto esecutivo di questa opera pubblica.

Non sono, inoltre, note le iniziative che il Sindaco, a seguito delle sue esternazioni di ottobre 2019, ha preso oppure che prenderà nei confronti del Direttore dei Lavori per la presunta mancata previsione, in fase progettuale, del potenziamento delle fonti di erogazione di energia elettrica.

E’ stato, anche, chiesto al Sindaco di conoscere, in accoglimento della mia proposta da Assessore all’Urbanistica prot. 1369 del 14 03 2017, se intende:

  • realizzare la pubblica illuminazione in via Cimitero per il tratto stradale sprovvistone;
  • sollecitare la messa in esercizio della NUOVA CONDOTTA IDRICA in via Cimitero, installata ma non funzionante;
  • realizzare, attraverso la Gori oppure con risorse economiche comunali, la RETE FOGNARIA in via Cimitero e la rete idrica e fognaria in via Molino;
  • mettere in sicurezza, con i DELIMITATORI DI MARGINE, il nuovo tratto stradale fra le due nuove rotatorie di via Garibaldi e di Via Molino;
  • realizzare, con risorse comunali, un sistema di VIDEOSORVEGLIANZA nel PARCHEGGIO del CIMITERO COMUNALE e nelle aree immediatamente adiacenti che, unitamente all’accensione della pubblica illuminazione, sono un valido deterrente all’abbandono dei rifiuti.

Bisogna intervenire subito, con risorse economiche dal bilancio comunale, per l’installazione di un sistema di videosorveglianza; non si può rimanere a guardare ed attendere -come dichiarava, ad ottobre 2019, il Sindaco- la seconda tranche di finanziamento che starebbe a significare lasciare il territorio in balia di sè stesso.

Indispensabile e prioritaria è anche la RIAPERTURA DELL’ISOLA ECOLOGICA, chiusa all’utenza dal 31 08 2018. I cittadini di Scisciano lamentano, da quasi due anni, i disagi per la mancata possibilità di conferimento dei rifiuti all’Isola Ecologica; la modalità di conferimento degli ingombranti di mercoledì mattina, in orario lavorativo, è inopportuna e poco proficua.

Ci verranno nuovamente a raccontare che la riapertura dell’Isola Ecologica è facoltà dell’Amministrazione Comunale di San Vitaliano; d’altra parte la maggioranza consiliare di Scisciano ha nuovamente scelto, votando a favore in Consiglio Comunale, che San Vitaliano, nonostante quanto accaduto, sia nuovamente capofila nella gestione dell’Isola Ecologica.

In definitiva nessuno si interessa più delle problematiche di Scisciano, di queste aree e delle rispettive conseguenze, come per la mancata erogazione economica, agli aventi diritto, delle indennità di esproprio. I residenti, abbandonati a stessi e sprovvisti, addirittura, in taluni casi, anche di acqua potabile, attendono riscontri fattivi.

Per l’occasione, si è ancora in attesa di conoscere se l’Amministrazione Comunale intende, in ottemperanza alla precedente interrogazione, risolvere definitivamente le problematiche relative alla toponomastica e soprattutto alla numerazione civica a Scisciano.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.