Politica

SANITÀ, Ficco (SAUES):”Medici scappano da pronto soccorso? Non solo per le aggressioni”

Napoli, 12 Novembre – “Se i medici scansano il servizio nei pronto soccorso non è solo e soltanto per il rischio aggressioni. Ha ragione il governatore De Luca a spiegare il loro rifiuto in questi termini ma andrebbe anche rimarcato che il lavoro in emergenza li sottopone ad un carico di lavoro massacrante, li espone a rischi medico-legali altissimi e pertanto ad un forte stress professionale davvero comunque poco gratificato”. Lo afferma il presidente nazionale del Saues, il sindacato autonomo di urgenza emergenza Paolo Ficco.

“Non è un caso, dunque, che proprio su questa questione, la nostra organizzazione sindacale ha proposto maggiori tutele normative, una doverosa indennità aggiuntiva per i medici di emergenza con l’obiettivo di incentivarli ad accettare il lavoro nei pronto soccorso e nel servizio di emergenza e scongiurarne la migrazione in altri servizi”, conclude Ficco.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa