Politica

Rogo di rifiuti a San Prisco, nube nera sul Comprensorio casertano

Verdi: “Ennesima pagina nera, abbiamo chiesto l’intervento dell’Arpac per misurare il livello di inquinamento dell’aria”

 

Napoli, 2 Maggio – “L’incendio di un cumulo di rifiuti appiccato questa mattina nei pressi di un cavalcavia poco distante dall’uscita di San Prisco della Variante Anas testimonia che questa pratica criminale non appartiene al passato ma è quanto mai attuale. La nube nera generata dalla combustione dei rifiuti ha investito l’intero Comprensorio casertano e siamo molto preoccupati per la salute dei residenti”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e la segretaria provinciale del Sole che Ride di Caserta Rita Martone. “Abbiamo chiesto all’Arpac di intervenire per misurare il livello di inquinamento dell’aria. Allo stesso tempo seguiamo con la massima attenzione il lavoro delle forze dell’ordine, auspicando che si proceda quanto prima all’identificazione dei responsabili che dovranno essere puniti con una severità esponenziale”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa