Comuni

Palma Campania, CineCì Corti Cultural Classic 2024: grandi consensi per la XIV Edizione

Palma Campania, 8 Luglio – Sotto il cielo di una mite serata di fine giugno nella corte del palazzo municipale  di Palma Campania si è conclusa la 14^edizione di  CineCì Corti Cultural Classic 2024, progetto dell’Associazione NCC, presieduta dall’ avv. Carmine Ardolino, che  opera per la diffusione dell’arte in tutte le sue forme e a sostegno dei giovani talentuosi. L’attesa Cerimonia di premiazione del Cinema Festival CineCì Corti Cultural Classic 2024 è stata presentata dalla brillante giornalista Ertilia Giordano, tra musiche, clip, cortometraggi finalisti in visione sul grande schermo, interventi, presenze di attori del cinema giovane e in auge, registi, musicisti, coreografi e premiazioni.

Ha riscosso un tripudio di consensi e ammirazione. Questo grazie al presidente del Consiglio Comunale dott.ssa Elvira Franzese  che da oltre 9 anni ha sposato il progetto a sostegno dei giovani cineasti, all’Amministrazione comunale, al lavoro  dell’impeccabile direzione artistica dell’attore, autore Massimo Andrei in sinergia con il M° Lorenzo Maffia alla regia tecnica, che ne cura anche le musiche ,e la collaborazione di Tiziana Nunziata.

Il presidente Carmine  Ardolino ha esordito: ”Dove c’è cultura c’è costruzione  e il cinema è arte, stasera  siamo felici di premiare  i giovani, i corti stranieri, che  ne sono giunti  solo dall’Iran 500. Dare un premio al cinema ed ai giovani, s’incoraggia un’arte, si incoraggiano le nuove generazioni a  realizzare sogni e a non mollare.”   Ha voluto accanto a sé la dott.ssa Franzese e il direttore artistico Andrei. Franzese ha espresso tutta la sua ammirazione per  Napoli Cultural Classic che negli anni ha saputo realizzare un evento di alto profilo.  “L’amministrazione comunale è orgogliosa di avere a Palma Campania una manifestazione così prestigiosa veicolo di cultura, turismo, spettacolo, arte, e vado fiera di questa serata, delle cose belle che si realizzano per la crescita del nostro paese.  Sono soddisfatta del contributo delle Associazioni del territorio che può migliorare solo se insieme si condividono progetti”

Massimo Andrei ci ha tenuto a sottolineare che sono giunti più di 1500 corti da regioni italiane e straniere, visionati dalla giuria tecnica con attenzione.  Molti sono stati esclusi perché non rientravano nel tema che da qualche anno è concentrato sul Cibo. I giovani si sono espressi con “Storie a tema libero di buona qualità, di vario genere, dal drammatico, al comico, e non solo; corti di animazione, documentari, videointerviste legati al filo conduttore ‘Cibo’.  CineCì è un focus sulle abitudini alimentari, sugli usi e costumi che riguardano il ‘food’ il modo di procurarselo, il modo di consumarlo del nostro territorio e non solo. Da alcuni anni-conclude- il Cinema Giovani si avvale del Premio Salvatore Ferraranoto imprenditore palmese, che va al  miglior cortometraggio CineCì”.

CineCì premia grandi ospiti e anche quest’anno ha premiato l’attrice Isa Danieli, madrina del Festival CineCì 2024, lo scrittore e attore Peppe Lanzetta e per la sezione giovani l’attore Alessio Lapice. Durante la premiazione si sono avvicendati lo chef stellato più giovane d’Italia Luigi Salomone, l’attrice Stefania De Francesco e l’imitatore Vincenzo De Lucia.

Salomone è uno dei cuochi più promettenti in Italia.  La sua cucina si basa sulla conoscenza di prodotti tutti autentici, menù territoriali e stagionali. Si direbbe un cuoco di stoffa. Ascoltarlo è stato goduria. La madrina del Festival CineCì Isa Danieli ha emozionato il pubblico raccontando episodi del vissuto personale nell’ambito della sua carriera artistica, a partire dalla giovane età. Danieli è una grande attrice di teatro, di cinema e televisione. Ha lavorato accompagnando attori e attrici di calibro amando svisceratamente il suo mestiere, come dice lei e oggi continua a dare il suo talento sulle scene e sullo schermo.La recitazione è l’amore che do a me stessa e al pubblico. Ho lasciato gli studi a 15 anni, con il dissenso di mia madre, che non appoggiava la mia passione di lavorare in teatro. L’esordio sul palcoscenico per una serie di circostanze è avvenuto proprio accanto a mia madre in una sceneggiata napoletana. E di lì ho continuato con il grande Eduardo appena fatto il provino, seduta stante”. Gli aneddoti raccontati sono stati tanti e divertenti e l’attrice ha dato consigli ai giovanissimi che intraprendono il lavoro nel mondo del cinema e teatro. CineCì ha regalato a Isa Danieli e agli astanti, uno spazio emozionante. Sul grande schermo sono state proiettate numerose immagini dei suoi lavori teatrali e cinematografici, tra scrosci di applausi e ovazione, tutti in piedi per la grande Isa Danieli, che mandava baci in segno di gratitudine.  

Lo scrittore, drammaturgo e attore Peppe Lanzetta, reduce dal festival di Cannes per la presentazione del film di Paolo Sorrentino ‘Parthenope’ ha manifestato la sua gioia per una seconda carriera che sta vivendo con soddisfazioni e riconoscimenti. Felicissimo di essere a CineCì a Palma Campania, l’ha affermato forte e chiaro al pubblico raccontando in che modo si è aggiudicato il ruolo in Parthenope. “Quando ci siamo visti lui si è complimentato con me per la mia carriera e dopo avermi parlato del progetto solamente per qualche minuto mi ha dato il copione di “Parthenope” in mano.  Paolo è uno che il copione non lo dà mai a nessuno e si è limitato a chiedermi se fossi disponibile a ingrassare di qualche kg; io ho risposto che non ci sarebbero stati problemi”.

IL nuovo romanzo di Peppe Lanzetta, intitolato “Quentin Malinconia”, sta già facendo parlare di sé per il suo grande impatto emotivo e la sua scrittura apprezzabile. Il giovane attore Alessio Lapice, classe 1991, così bravo e bello ha all’attivo numerose interpretazioni in film e serie tv. Amato e conosciuto per i ruoli impegnativi di una carriera cinematografica di successo, per citarne alcuni in ‘Don Matteo’, in ‘Gomorra’, in ‘Il primo re’, in’ Nato a Casal di Principe’e in la famosa  serie tv‘Imma Tataranni’. Accanto a Vanessa Scalera, nel ruolo di Tataranni sostituto procuratore, Lapice è il maresciallo Ippazio Calogiuri, nonché spasimante che gli procura uno strepitoso successo. Ha elargito strette di mano con la sua simpatia e freschezza, regalando a iosa scatti fotografici. Ancora, la serata è stata allietata dall’attrice, nonché cantante Stefania De Francesco che non sa fare a meno del teatro, perché quando recita e canta si sente appagata, felice. “La musica mi travolge l’anima e in teatro diventa un volo meraviglioso.” 

Un tempo seguita nella soap opera di Rai 3 ‘Un posto al Sole’,e ultimamente  impegnata con l’opera di Carlo  Buccirosso,‘Il vedovo allegro’.  Solare, disponibile e con la voglia di vita, ha cantato per il pubblico di CineCì applaudita con piena riverenza.  Vincenzo De Lucia, imitatore napoletano, dalle doti incredibili ha divertito con le imitazioni dei personaggi più esilaranti del suo repertorio, la cantante Ornella Vanoni e la conduttrice di Domenica In, Mara Venier e non solo. Ha omaggiato la serata con la canzone La rumba degli scugnizzi. Ha espresso la sua gratitudine per il mestiere che ha imparato calcando il palcoscenico, con una lunga gavetta, con ruoli di attore, sceneggiatore, regista, aiutoregista, e il successo di imitatore passando da Made in Sud a ospite fisso di Domenica In. 

E lo ha fatto inchinandosi a Isa Danieli con un fascio di rose rosse, tanto da lasciarla emozionatissima, già provata dal calore che le aveva lasciato il pubblico appena intervistata da Massimo Andrei, con una lunga chiacchierata. Nel corso della serata la visione delle terne dei corti finalisti, con la presenza e l’intervento dei tanti personaggi del mondo del cinema hanno regalato percepibili emozioni al pubblico tra acclamazioni ed incanto. Sono stati assegnati due premi Speciali, premio Vincenzo Russo e premio Salvatore Ferrara.

Per Miglior documentario con le candidature : Inciucio – Saverio Galdo; Montesanto – Pasquale Napolitano; In montagna veritas – Luca Annovi; Tortelli con la coda- Paolo Pier Luigi Guglielmetti. Il premio a  Montesanto – Pasquale Napolitano. Un documentario girato nei quartieri napoletani più belli d’Italia, tra colori, profumi e chiacchiere.

Miglior corto straniero le candidature: Rifugiati (TURCHIA); Life in numbers (IRAN); Hard to Swallow (ARGENTINA)  il premio  a Rifugiati (TURCHIA)

 Migliore Colonna Sonora, le  candidature Leggera- Gabriele Mitelli; Semplice – Gnut (Claudio Domestico); Maria A Chent’annos – Marino De Rosas, il premio  è andato a Gnut (Claudio Domestico) per Semplice.

Miglior Attore protagonista, candidature : La cosa più importante – Salvatore Langella; Leggera – David Coco; Eat This – Michele Favaro; Maria A Chent’annos – Jacopo Cullin premiato  David Coco- Leggera

Migliore attrice protagonista candidature : Datteri e tè – Adriana Siino e Rossella Guarneri; Leggera – Rossella Leone; Eat This – Alexandra Lazazzera; Noi, loro, gli altri – Manuela Grimieri De Ioanni. Premiate Adriana Siino e Rossella Guarnieri  in Datteri e tè

Miglior Regia candidature : Maria A Chent’annos – Giovanni Battista Origo; La cosa più importante –Davide Ghizzone; Eat This – Matteo Bocchi, è andato a  Giovanni Battista Origo,per Maria A Chent’annos. 

Il Premio Speciale Vincenzo Russo martire della rivoluzione napoletana del 1799,   assegnato dalle Associazioni del territorio  è andato al corto  Noi Loro Gli Altri-.   Manuela Grimieri De Ioanni Un corto delicato e di attualità, mette in risalto le paure che bisogna affrontare nella società, che per quanto moderna si rivela resta arcaica nell’accettare l’altro e le molteplici sfaccettature. Una giovane lesbica torna a casa per presentare la sua ragazza a suo padre e rivelargli il suo orientamento sessuale.  A consegnare il premio il presidente del Consiglio Comunale Elvira Franzese che ha voluto sul palco i presidenti delle associazioni o un loro rappresentante ringraziandoli della partecipazione fattiva al progetto CineCì, che negli ultimi anni ha notato un coinvolgimento maggiore.

Per il Miglior Corto Cultural Classic 2024, con le candidature Leggera” di Emiliano Barbucci; Datteri e tè di Andrea Lombardo; Maria A Chent’annos di Giovanni Battista Origo; Eat This di  Matteo Bocchi,  il premio dedicato alla memoria di  Salvatore Ferrara,  è stato assegnato al corto Leggera di Emiliano Barbucci, con un  contributo in denaro e statuina di CineCì, tanto ambita. I personaggi del corto vivono nell’entroterra del Sud. Teresina ha fame e per l’arrivo di zio Ciccio dalla città spera di mangiare. I prodotti del loro orto vengono regalati a zio Ciccio, e lei aspetta che la gallina le consegni l’uovo.  Un corto ispirato a una storia vera negli anni ‘60,-afferma il regista- che accomuna un po’ le persone del Sud  Italia, un invito a  riflettere su molteplici e giuste riflessioni di cibo.

La serata si è conclusa con la visione del cortometraggio NCC 2024 e la dott.ssa Elvira Franzese ha voluto sul palco i consiglieri comunali, lo staff CineCì, le autorità presenti, il dottor Mensorio e dottor Cirillo che si sono complimentati per quanta passione e buona politica c’è nel progetto e nell’evento. Lo scoprimento del panno dall’opera dell’artista  Francesca Sgambato in arte Liber Art, eccellenza  palmese è stata una sorpresa piacevole. L’artista   ha omaggiato  CineCì Corti CC 2024  di una sua meravigliosa opera, dipinta su  tela 120×100 con al centro la statuetta Premio CineCì. Realizzata con “foglia oro per renderla pregiata ed unica, usata già dai tempi degli Egizi come simbolo di Divinità, potenza, potere e luce, a seguire il nastro del corto  con lo stemma di Palma Campania, una pergamena siglata’Tutte le Associazioni’ e tante stelle  a rappresentare star del cinema”.  

A inizio manifestazione le associazioni del territorio:  Gruppo Archeologico Terra di Palma, O’ Pizzone, I Giovani di Vico, Gli Angeli, Proloco Castello di Palma Campania, Fidapa, Naturae, Viva, We Palma, Palma Sociale E.T.S., Ecco, Gulliver laboratorio teatrale, Buona Palma Campania, I-Cast, Un mondo magico, Pro Loco Palma Campania  attraverso le clip in onda sul grande schermo CineCì hanno dato richiamo agli obiettivi dei loro progetti.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.