Comuni

Nola, Racconti d’inverno: domani è di scena la Bella Addormentata nel bosco

Nola, 30 Gennaio – Nell’ambito dell’iniziativa Racconti d’inverno, rassegna letteraria dedicata ai bambini organizzata da Bibì & Cocò Libreria per bambini con il Patrocinio del Comune di Nola, sarà riproposta domani, venerdì 31 gennaio, la fiaba La Bella Addormentata nel bosco, a cura dall’associazione Meridies.

La rivisitazione coinvolge in maniera interattiva il pubblico di giovanissimi spettatori, offrendo loro divertimento ed emozioni.

Una scenografia divertente e variopinta, realizzata interamente da Meridies, fa da sfondo alla storia della principessa Aurora. La trama è nota. Cresciuta nel bosco, lontano dai genitori, ma al riparo dalla gelosia della perfida strega Malefica, la giovane Aurora trascorre serena la sua fanciullezza protetta da tre fate buone, convinta di chiamarsi Rosaspina. L’incontro con il bel principe Filippo, sotto mentite spoglie anche lui, rende la storia romantica e spiritosa, finché una fatalità rende impossibile la continuazione dell’idillio tra i due innamorati. Una distrazione delle fate, infatti, rivela a Malefica dove si trovi Aurora-Rosaspina. I terribili piani della strega si trasformano in realtà: il principe catturato, la principessina addormentata in un sonno profondo. Per fortuna anche in questo caso il bene trionfa, appena le fate riescono a liberare il principe Filippo, che a sua volta trova Aurora e la sveglia con un bacio.

Abbiamo rivelato troppo? Il racconto di Meridies coinvolgerà lo stesso, poiché ha su una narrazione espressiva che predilige i toni allegri, ma non esita a rappresentare anche la tristezza, e soprattutto alcune scene significative, in cui i personaggi interagiscono con i bambini, che tifano per i buoni o per i cattivi di turno (spesso per i cattivi).

“La fiaba è una delle proposte didattiche di Meridies”, spiega Antonella Iovino, “l’esperienza maturata negli anni, grazie alle attività didattiche sul territorio, ci ha reso consapevoli di poter offrire qualcosa di diverso, qualcosa che non sia mera trasmissione di contenuti in forma tradizionale. Sono nati, così, i nostri laboratori. Raccontare una fiaba nella cornice architettonica della chiesa dei Santi Apostoli, per esempio, consente di accogliere in quella cornice monumentale un pubblico giovanissimo, laddove il contesto, per sua natura legato a concetti storico-artistici, sembrerebbe poco adatto ai piccoli. Eppure per i bambini proprio quel luogo, che li accoglie con calore e comfort durante l’ascolto della fiaba, costituisce certamente un approccio alla bellezza. La fiaba interattiva, inoltre, accompagnata da effetti musicali, ha il pregio di essere inclusiva perché basata sulle emozioni”.

Gli eventi di Meridies vanno ormai da diverso tempo in questa direzione. Continuiamo a parlarne con Antonella, che ci racconta anche delle visite sensoriali e delle tavole tattili realizzate per il Museo Diocesano di Nola. “Da circa due anni proponiamo le visite sensoriali, strutturate per adulti, ma anche per bambini. Si tratta di un modo diverso di percepire le storie e le opere d’arte che ne fanno da motivo ispiratore, perché solo alla fine della visita entra in gioco la percezione delle opere attraverso la vista. La sensorialità, la <visione> attraverso i sensi, consente di immedesimarsi nella condizione di quanti che sono privi della vista, del tutto o parzialmente. L’esperienza, come ci confermano sempre i nostri ospiti al termine degli eventi, è un momento di riflessione e non lascia indifferenti”.

L’attenzione ai diversamente abili è una delle caratteristiche delle attività di Meridies, che ha donato al Museo Diocesano di Nola una serie di tavole con disegno a rilievo, corredate da didascalie in Braille, il sistema di lettura e scrittura tattile, a rilievo, per non vedenti e per ipovedenti. “Ci tenevamo ad avvicinare le opere a coloro che possono percepirle solo usando il tatto, con un linguaggio specifico. Il nostro desiderio si è realizzato collaborando con il Museo Omero di Ancona. L’arte e la bellezza rendono la vita più gradevole anche in presenza di condizioni sfavorevoli, pertanto siamo felici di dare il nostro contributo. Inoltre, la visita a un museo dovrebbe essere alla portata di tutti, senza barriere architettoniche, o limiti di sorta. Per lo stesso motivo, desiderosi di andare incontro alle esigenze dei non udenti, ci stiamo attivando per offrire anche informazioni mediante la lingua dei segni. Ci piacerebbe, tra l’altro, mettere le nostre competenze a disposizione di chi attraversa momenti difficili, come gli ammalati e in particolare i bambini costretti a lunghe degenze in ospedale. Invitiamo chi vuole condividere con noi questo percorso, a incoraggiarci, per esempio partecipando già domani al nostro evento dedicato alla fiaba La bella addormentata nel bosco. L’atmosfera gioiosa di domani e la felicità di tanti spettatori saranno per Meridies una carica per raggiugere nuovi obiettivi”.

L’appuntamento è per domani alle ore 18.00 nella chiesa dei Santi Apostoli a Nola, dove già l’8 dicembre scorso l’iniziativa è stata molto apprezzata, non solo dai bambini ma anche dagli adulti che li accompagnavano. Un’occasione da non perdere.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa