Comuni

Nola, Gigli spogliati: prima esibizione in vista della “Ballata” del 30 giugno: “la prova delle spalle

Fissata per domani giovedì 20 e venerdì 21 giugno a partire dalle 19.00

Nola, 20 Giugno  – Si proveranno le spalle. Si proverà la tenuta delle strutture lignee dei Gigli. Sarà un piccolo assaggio delle grandi emozioni che vivremo nel giorno della “ballata”, domenica 30 giugno.

Saranno di scena, giovedì 20 e venerdì 21, i “Gigli Spogliati”. Come da tradizione, la settimana prima della grande “Ballata dei Gigli e della Barca”, gli obelischi dai cantieri di costruzione saranno trasportati presso le postazioni ufficiali dove saranno addobbati del classico rivestimento in cartapesta.

I primi quattro Gigli ad esibirsi saranno, giovedì sera, il Giglio del Salumiere, del Bettoliere, del Panettiere, e del Sarto. L’appuntamento è per le ore 19,00 circa. Per venerdì, sempre alle 19.00, invece, sono attese le altre corporazioni, in particolare l’Ortolano, il Calzolaio , il Beccaio, ed il Fabbro.

L’Ortolano sarà posizionato a piazza Principe Umberto, il Salumiere a piazza Clemenziano, il Bettoliere a piazza Immacolata, il Panettiere a Slargo Travaglia, la Barca piazza a Principe Umberto, il Beccaio a piazza Collegio, il Calzolaio a piazza Marco Clodio Marcello, il Fabbro a vicolo Duomo, il Sarto a piazza Giordano Bruno. 

Antonio D’Ascoli


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa