Comuni

Napoli, Rione Don Guanella: ritardi nella raccolta dei rifiuti

Borrelli (Verdi): “Monitoriamo con attenzione la situazione nell’area nord. Occorre procedere a stretto giro, le alte temperature rappresentano una criticità”

 

Napoli, 11 Ottobre – “Diversi cittadini ci hanno segnalato la presenza di cumuli di rifiuti nell’area del rione Don Guanella causati dai ritardi nella raccolta dei rifiuti. Purtroppo non è la prima volta che accade nell’area nord. Monitoriamo con attenzione la situazione nella zona settentrionale della città e stiamo lavorando nelle sedi istituzionali per risolvere le criticità residue legate alla raccolta dei rifiuti. Occorre procedere a stretto giro, le alte temperature rappresentano una criticità. I cittadini hanno ragione a lamentarsi. Tra l’altro, conoscendo le abitudini di alcuni incivili, sussiste un rischio concreto di roghi con la conseguente dispersione della diossina nell’etere”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Fortunatamente – aggiunge Borrelli – la prima linea del termovalorizzatore di Acerra è già tornata in funzione. A breve l’attività dovrebbe riprendere a regime, favorendo la normalizzazione della raccolta dei rifiuti e la risoluzione delle criticità che stanno caratterizzando alcune aree del territorio”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa