Comuni

Cpi Napoli Est, tilt di servizi per il reddito di cittadinanza: attese di ore per i cittadini

loading...

Borrelli e Simioli: “La direzione ha limitato il numero degli ingressi a 70 utenti al giorno, 100 in occasione dei doppi turni. Le file iniziano alle 4 del mattino. Assurdo che manchi il personale in relazione all’erogazione di un servizio tanto richiesto”

 

 

Napoli, 11 Ottobre – “Diversi cittadini ci hanno segnalato i disservizi che caratterizzano il Cpi di Napoli Est dove decine di utenti sono costretti ad attendere ore per l’erogazione dei servizi. Purtroppo, forse a causa del sottodimensionamento del personale, la direzione ha limitato il numero degli ingressi in relazione ai servizi per il reddito di cittadinanza a settanta al giorno, cento in occasione dei doppi turni. Una criticità organizzativa che si sta tramutando in un vero e proprio disservizio con i cittadini costretti a lunghissime attese. Già alle 4 del mattino si creano file lunghissime”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Assurdo che manchi il personale in relazione all’erogazione di un servizio tanto richiesto. Dinanzi ad una criticità di questo tipo occorre impegnarsi per risolvere il problema e per garantire agli utenti un’attesa che sia consona e che non duri ore”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.