Sports

Napoli, Lozano: un peso o un valore aggiunto?

Napoli, 24 Giugno – Dopo una lunga attesa trascorsa, come una bambola vecchia e difettata, gettato nell’abisso tenebroso della panchina azzurra, El Chucky si è ripalesato sotto le luci dei riflettori al Bengodi, quando pareva che ormai tutti si fossero dimenticati di lui. Lozano si è presentato quest’estate ai tifosi napoletani come l’acquisto più oneroso del club, il Napoli ha infatti sfilato dal portafoglio trentotto milioni di euro da destinare al PSV Eindhoven, cercando in questo modo di ricreare l’asse fortunato che vide Mertens come oggetto dello scambio.

Le aspettative erano già proiettate alle stelle, la realtà è stata molto più cruda e severa. La resa del messicano, tenendo conto del patrimonio sborsato per averlo a disposizione, si è rivelata un disastro di quelli dalla portata storica, e subito dall’incensamento sperticato lo si è gettato nel cesto della più scarsa considerazione, fiancheggiandolo a figure mostratesi davvero deludenti con la maglia azzurra e riconosciute come flop totali. Ripercorrendo ed analizzando la sua avventura a Napoli non appare, però, limpidamente giustificabile una così perentoria crocifissione.

Hirving Lozano, ragazzo umile e riservato, prima che rapido e fulminante interprete del rettangolo verde e assoluta leggenda in patria, è stato fervidamente voluto, ricercato e a più riprese richiesto dalla precedente guida tecnica, scelta caldeggiata ed appoggiata dal patròn Aurelio De Laurentiis. Carlo Ancelotti, con un evidente errore di valutazione, aveva intravisto in lui le stimmate della seconda punta ed era intenzionato a renderlo una pedina fondamentale della sua sciagurata stesura tattica. Il messicano, scattante uomo di fascia, riconosciuto in Olanda per la sua dote di fulminatore delle difese avversarie, si è trovato in una zona di campo completamente a lui estranea ed assolutamente incompatibile alle sue caratteristiche, finendo ben presto, dopo il bel gol al debutto contro la Juventus in campionato, per disperdersi irrimediabilmente.

C’è da ricordare, inoltre, l’incredibile bufera, scatenatasi nella metà di stagione e detonata con il celebre ammutinamento, che ha inevitabilmente travolto ed atterrito in special modo un giovane ragazzo appena inseritosi in un contesto nuovo ed intriso di pressioni, come Lozano. Successivamente, a Gattuso è stato affidato l’arduo compito di ricucire le fila di una squadra completamente sbrendolata e, per operare questo lavoro di fino, occorreva affidarsi a certezze, a punti cardine indiscussi di questo club e a figure dalle caratteristiche fondamentali per la nuova idea tattica. Questo è il motivo per cui, per un lungo periodo di tempo, El Chucky è rimasto a marcire nel dimenticatoio. Inevitabile, in queste situazioni, pensare al mercato come la strada più immediata per la risoluzione dei problemi di tutti, ma siamo sicuri che Lozano sia, oggi come oggi, soltanto un peso e non possa tornare utile alla causa azzurra?

L’anno prossimo, con assoluta probabilità, Callejon non rinnoverà il suo prezioso ed encomiabile impegno con la società partenopea; da quella parte, sulla fascia destra, il Napoli dispone già di Politano, acquistato questo gennaio dall’Inter; il ruolo ideale di Hirving è quello di ala sinistra, dove la presenza di capitan Insigne rende molto complicata la competizione con possibili pretendenti, ma è facilmente adattabile sulla destra. Queste ultime sfide di campionato per il Napoli, la cui classifica porta a suggerire che non sia provvisto di un chiaro obbiettivo, piuttosto di un utopistico sogno, rappresentano la ghiotta occasione di rilanciare calciatori dal rendimento latente come il messicano, in vista dell’annata prossima. Perché, infatti, impiegare altro utile capitale in una posizione di campo nella quale, con questo tipo di lavoro, potresti essere già coperto, disperdendo quasi completamente anche il patrimonio investito nello scorso mercato estivo?

Matteo Ariola


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa