Comuni

Napoli, i parcheggiatori abusivi del Loreto Mare e lo sciacallaggio delle mascherine. Gli effetti del Coronavirus: rivendite on-line di mascherine, prezzi stratosferici e mascherine fatte in casa

Borrelli:” Una vergogna che ci sia chi speculi sulla paura. Abbiamo chiesto l’intervento delle forze del ordine per mettere fine allo scempio dei parcheggiatori che speculano sulle mascherine. Stiamo segnalando alle autorità tutte le rivendite on-line e gli episodi di sciacallaggio”.

Napoli, 11 Marzo – L’emergenza sanitaria legata all’epidemia da Coronavirus sta generando sempre più panico ed isteria tra la popolazione di tutto il territorio nazionale, alla ricerca spasmodica di mascherine, che sembrano oramai introvabili.

C’è chi approfitta di tale panico per fare speculazione e così, come racconta Repubblica Napoli, i parcheggiatori abusivi all’esterno dell’ospedale Loreto Mare hanno avviato un vergognoso commercio illegale di mascherine.

Inoltre aumentano gli sciacalli che mettono in vendita mascherine a prezzi esorbitanti facendo leva sullo stato d’animo delle persone, impaurite da un eventuale contagio, infatti, sono sempre più frequenti le segnalazioni al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli fatte dai cittadini del territorio campano che denunciano rivendite on-line di mascherine a prezzi gonfiati, pseudo-rivenditori autorizzati, prezzi rialzati anche dalle farmacie o addirittura chi vende mascherine auto-prodotte.

“La cosa più assurda è che le mascherine vengono vendute anche dai parcheggiatori abusivi, come quelli che operano all’esterno del Loreto Mare, propongono mascherine dal valore di 30 centesimi ad un prezzo di 4 euro. A questi cialtroni non bastava il racket dei parcheggi, devono anche speculare su un’emergenza sanitaria. Abbiamo chiesto l’intervento delle forze dell’ordine per mettere fine a questa oscenità. “-sono le parole del Consigliere Borrelli- “È vergognoso che ci siano persone che speculino approfittando della paura della cittadinanza proponendo in vendita mascherine tramite i social a prezzi esagerati. C’è chi vende un pacco di mascherine a 60 euro, chi addirittura vende mascherine di stoffa fatte in casa, questo è davvero assurdo, una mascherina realizzata in modo casareccio quale funzionalità igienico-sanitaria potrà mai avere? Stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni e le stiamo via via inviando alle autorità affinché siano effettuati dei controlli su queste rivendite e sia messa fine a questo sciacallaggio. Molti cittadini ci dicono che anche alcune le farmacie stanno approfittando di questa situazione mettendo in vendita le mascherine a 20 euro, faremo verificare anche questa situazione”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa