Comuni

Napoli, discariche a cielo aperto in via Generale Francesco Sponzilli e sul doppio senso

loading...

Casoria, 19 Febbraio – Ancora depositi illegali di rifiuti scoperti nel napoletano. Nuove segnalazioni provenienti dai cittadini giungono ai Verdi campani che, sotto la guida del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, mappano tutte le aree interessate dallo sversamento illegale di rifiuti.

Questa volta vengono segnalate le aree di Via Generale Francesco Sponzilli e lo svincolo d’uscita del tratto della Circumvallazione Esterna di Napoli che va da Casoria a Casavatore, entrambe sommerse dai rifiuti e materiali ingombranti.

“Queste due aree sono devastate dai rifiuti, è una situazione a dir poco nauseante. Dobbiamo preoccuparci seriamente, queste discariche a cielo aperto sono un grave pericolo sia per la salute dell’ambiente e del territorio che per la nostra. Per questo grazie anche alle segnalazioni dei cittadini, stanchi dell’inciviltà e dell’illegalità, denunceremo chiunque inquini il nostro territorio e ci batteremo affinché siano ripristinati il decoro e condizioni d’igiene accettabili. Per contrastare questo fenomeno occorre un rigido controllo delle strade, un nuovo sito di stoccaggio ed un mutamento dei nostri usi e costumi.”– ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.