Comuni

Napoli, aree di cantiere lungo via Duomo trasformate in parcheggi abusivi

Verdi: “Assenza di controlli preoccupante lungo la strada tra sversamenti abusivi e sosta selvaggia. Abbiamo avvertito la municipale”

 

Napoli, 7 Aprile – “Ci è giunta la segnalazione della trasformazione in un vero e proprio parcheggio abusivo delle aree di cantiere lungo via Duomo. Gli incivili violano le entrate, spezzando il filo di ferro che le tiene chiuse ed entrano all’interno dei luoghi interessati dai lavori per parcheggiare le loro automobili”. La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini.

Abbiamo segnalato questa nuova forma di inciviltà alla polizia municipale. Siamo decisamente preoccupati circa la totale assenza di controlli lungo via Duomo. La ‘via dei musei’ è una terra di nessuno dove ognuno si sente padrone di fare i propri comodi. In più occasione abbiamo denunciato gli sversamenti abusivi di rifiuti, ora ci troviamo a fare i conti con il caso dei cantieri trasformati in parcheggi. Tale condotta, tra l’altro, è pericolosa in quanto le entrate, una volta violate, non vengono richiuse completamente. Questo determina la possibilità per i tanti ragazzini che si aggirano lungo la strada di entrare all’interno delle aree interessate dai lavori e farsi male”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa