Cronaca

Massa di Somma, tentarono di uccidere reggente del clan rivale: arrestate tre persone

loading...

Napoli, 26 Maggio – Questa mattina i carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa, su richiesta della direzione distrettuale antimafia di Napoli, dall’ufficio Gip del tribunale di Napoli nei confronti di tre persone riconducibili al gruppo Terracciano e gravemente indiziati, a vario titolo, dei reati di tentato omicidio in concorso e porto in luogo pubblico di armi, tutti aggravati dalle finalità mafiose, per aver pianificato ed eseguito il tentato omicidio di Umberto Piscopo, all’epoca dei fatti reggente del clan rivale  Piscopo-Ponticelli,  operante nei comuni di Massa di Somma e San Sebastiano al Vesuvio.

I fatti risalgono al 3 maggio 2018 quando a Massa di Somma, nei pressi del portone dell’abitazione di Umberto Piscopo, un commando aveva esploso numerosi colpi di pistola calibro 7,65 diretti inequivocabilmente ad uccidere Piscopo. L’attività investigativa, condotta dai carabinieri nucleo investigativo di Torre Annunziata e della tenenza di Cercola e diretta dalla Procura della Repubblica di Napoli Dda, è stata sviluppata con intercettazioni telefoniche ed ambientali e suffragata da dichiarazioni rese da persone informate sui fatti, da un collaboratore di giustizia e da una delle persone oggi destinatarie di misura cautelare in sede di spontanee dichiarazioni al pubblico ministero, nonché da riconoscimenti fotografici di esecutori e mandanti.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.