Magazine

L’importanza del cuscino: quale scegliere?

loading...

Il cuscino è parte integrante e fondamentale del nostro riposo. Si tratta di un oggetto che fa parte della storia dell’uomo da diversi secoli ed è da sempre sinonimo di comodità e bellezza.

Le prime testimonianze di questo oggetto risalgono alla Mesopotamia dove erano in uso delle pietre scavate su cui poggiare la testa. Così come in Egitto dove esistevano esemplari di cuscini duri – in pietra ed in legno – come testimoniano i ritrovamenti nelle tombe dei faraoni: dalle forme sofisticate, avvolti in tessuti di fine fattura, i ricami e le applicazioni di pietre e metalli preziosi, fecero del cuscino, un oggetto artistico.

Le produzioni più importanti ebbero origine nella Antica Cina, dove per le famiglie facoltose, i guanciali erano fatti in ceramica, più precisamente di materiali pregiati, come la porcellana smaltata e dipinta. Il primo cuscino soffice arriva con i Greci ed i Romani che riempivano gli involucri di stoffa, spesso finemente ricamati, con paglia e piume. Nel Medioevo il cuscino divenne un lusso riservato quasi esclusivamente ai nobili europei, con i quali andavano ad arricchire i corredi nuziali.

I cuscini moderni

I cuscini moderni sono sempre più comodi, sofisticati e perfetti per il nostro riposo. Quelli disponibili su Baldiflex.it, ad esempio, sono realizzati con diversi materiali come il Memory foam, anallergici , con fodere speciali e in lattice. La scelta del cuscino va fatta tenendo conto di diversi parametri. Se si dorme in posizione supina, a pancia in su, un supporto troppo basso accentua la lordosi cervicale, mentre un cuscino troppo alto accentua la cifosi dorsale.

Se si dorme a pancia in giù, invece, si verifica invece l’opposto di ciò che avviene in posizione supina. Se invece si dorme su di un lato, in posizione fetale, ma con un supporto basso o troppo alto, la spina dorsale assume una posizione innaturale.

I cuscini in memory foam, ad esempio, fanno si che questo materiale si deformi e si adatti al nostro corpo in relazione al nostro peso (il classico effetto di sprofondamento alla pressione) ed un po’ anche in relazione al calore del nostro corpo. Quelli col memory sono dei cuscini che riescono a mantenere la loro forma per anni. Sono anche ipoallergenici e, quindi, se si soffre di allergie o di asma rappresentano una tra le opzioni migliori.

I cuscini in piuma sono invece molto più morbidi e grandi. Un cuscino piuma è generalmente composto dalla parte più preziosa del piumaggio dell’oca, ovvero quelle piume più morbide e più piccole che si trovano sotto le piume visibili (quelle più grandi e colorate). E’ proprio questo piumaggio che rende il cuscino in piuma, più soffice leggero e caldo degli altri tipi.

Chiudiamo con i cuscini in lattice che sono più duraturi, più freschi e più traspiranti di quelli in schiuma con memoria di forma (memory foam). Infatti la loro «mancata capacità di avvolgere» bene la testa ed il collo da parte dei cuscini lattice, li rende meno adatti a trattenerne il calore e l’umidità e, quindi, questi cuscini hanno una migliore capacità traspirante.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.