Sports

Leo Messi a Napoli, Maradona jr gli dedica una lettera:”Leo, sei il benvenuto nel tempio di papà”

Napoli, 23 Febbraio – Il Napoli è già proiettato al big match di Champions League contro il Barcellona, una notte magica da gustare tutta di un fiato. Lionel Messi, il capitano dei blugrana, non ha nascosto di essere felice di giocare, finalmente, nello stadio del suo idolo Diego Maradona. “È da molto tempo che volevo andare a giocare in quello stadio, ma non ci è mai toccato. Alla fine è arrivato questo momento e sono molto felice di vedere com’è, anche se è un altro stadio perché è stato rinnovato e la gente è diversa. L’esperienza di giocare lì sarà molto bella. Lì le persone sono molto appassionate e hanno sognato che se Maradona è andato lì perché non Messi. Sì, conosco i napoletani e l’amore folle che hanno per il calcio. Ho avuto compagni di squadra che hanno giocato lì come il ‘Pocho’ Lavezzi e mi ha raccontato molte cose che hanno vissuto e per questo sono molto entusiasta di andarci”. Lo dice il fuoriclasse argentino del Barcellona, Lionel Messi, in merito alla sfida con il Napoli negli ottavi di finale di Champions.

Diego Armando Maradona Jr. attraverso le colonne de “Il Mattino“, ha scritto una lunga ed emozionante lettera indirizzata al fuoriclasse del Barcellona.

“Benvenuto a Napoli Leo. Della tua vita calcistica e dei tuoi trofei sappiamo tutto o quasi. Oggi sei ancora il calciatore più forte del mondo: lo penso io, lo pensano i napoletani, che stanno per ammirarti da vicino, lo pensa papà che ti ha allenato, difeso e incoraggiato nei momenti difficili che hai vissuto nella Seleccion argentina. Lui mi ha parlato molto di te ma forse non era necessario. Batava vedere il tuo modo di stare in campo e la classe con la quale accarezzi il pallone, lo telecomandi, per farmi andare indietro nel tempo e ricordare le sue giocate: stesso piede mancino, stessa fantasia, stessi gol impossibili e spettacolari”.

“Siamo più o meno coetanei, mi fa sorridere il fatto che tu sia nato l’anno del primo scudetto del Napoli: una conquista storica per la città e non solo per essa, con papà capopopolo. Hai ricordato che durante i ritiri in Argentina papà, il Pocho Lavezzi e il preparatore Signorini ti hanno fatto una testa così dei napoletani e del pallone: siamo innamorati pazzi del calcio e della nostra squadra e te ne accorgerai. Ma hai detto anche che non vedi l’ora di giocare al San Paolo e da napoletano mi ha reso orgoglioso”.

“Un argentino qui è sempre benvenuto, sopratutto se quest’argentino si chiama Messi e lo manda papà: non aspettarti il tifo dalla tua parte perché faremo il tifo per il nostro Napoli verso un sogno quasi irraggiungibile, ma rispetto e ammirazione questi sì, sono dovuti a chi insegna nel mondo la grande bellezza del calcio. Leo, sei il benvenuto nel tempio di papà e guardati intorno quando metterai piede al San Paolo: comprenderai subito perché qui un argentino si sente a casa sua”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa