Comuni

Laviano, Castello Medievale e Ponte Tibetano: il crocevia della cultura [Video]

loading...

Laviano, 18 Agosto – In agosto sono tante le persone che optano per una vacanza immersi nel verde della natura, e Laviano in provincia di Salerno, di origine sabina, offre una bella veduta sull’Appennino Meridionale e della valle del Sele.

In tranquillità e sicurezza, è possibile seguire itinerari naturalistici e culturali. Il Castello di Laviano risale al periodo Normanno, inserito in un sistema di fortificazioni normanne e sveve realizzate dal X secolo situato in una posizione strategica  a picco sul profondo vallone che separa il paese dalla montagna. È stato distrutto dal terremoto del 1980 e poi ricostruito grazie ad un finanziamento europeo assegnato dalla Regione Campania (Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio), rendendo visibile l’impianto generale e recuperando i locali al piano inferiore di Nord-Est e la corte interna. Resta ancora molto da reintegrare per far riscoprire questo monumento di alto interesse artistico-architettonico, e di inestimabile valore storico e culturale.

La montagna ricca di boschi del gruppo montuoso Marzano-Eremita, con quote medie elevate a circa 1400 mt sul livello del mare,  è un sito di interesse Comunitario e la presenza della Riserva Naturale ricca di alberi secolari ed è un corridoio naturalistico tra i monti Picentini e la Basilicata. La partenza-arrivo o solamente il passaggio per i percorsi naturalistici avviene dal Ponte Tibetano di recente costruzione e notevolmente attrattivo per i turisti.

L’Amministrazione Comunale di Laviano ha affidato alla Onlus Italia Nostra Sez. di Salerno la gestione di questi beni, per favorire la riappropriazione della memoria storica del paese e la valorizzazione delle risorse culturali e paesaggistiche del territorio, attuando la formazione dei giovani  per uno sviluppo sostenibile.

A tale proposito abbiamo chiesto informazioni a Jessica Molinaro, dell’Associazione Italia Nostra per Laviano che ci ha detto: “Il ponte Tibetano è stato costruito, come un’attrattiva, il 2014 ed aperto al pubblico nel 2015, prima era comunale poi è stato dato in gestione all’Associazione, sarà aperto in agosto tutti i giorni e nel resto dell’anno solo il sabato e la domenica e nei giorni festivi, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 19,00. Il ponte si trova ad 80 mt di altezza ed ha una luce di 90 mt, si possono effettuare delle escursioni su percorsi da trekking montano per salire sul Monte Eremita- Pennone che prevede una durata di quattro ore per salire e altrettante per scendere con la presenza di una guida esperta.”

Ci sono assidui frequentatori del sito come il Sig. Giovanni di Calabritto che è sempre affascinato dal panorama che si può scorgere dal ponte, a suo dire anche sotto la luce lunare, e che ci consiglia altresì di visitare la valle nella sua folta vegetazione.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.