Comuni

Lauro, cerimonia commemorativa per Attilio Picoco: la comunità si stringe intorno ai Carabinieri e alle Forze dell’Ordine [Video]

loading...

Lauro, 1 Agosto – Si è svolta ieri sera, nella piazza del centro storico di Lauro, una cerimonia commemorativa alla presenza del sindaco Antonio Bosone e delle massime autorità del territorio, i sindaci di Moschiano, Tarano e Marzano Di Nola, vertici dell’Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato e Guardia di Finanza, presenti anche il sottosegretario di Stato Onorevole Di Sarno, il Vice Prefetto di Avellino e il Parlamentare Luigi Iovino, componente della Commissione Difesa della Camera, Patrizia Picoco e le figlie e tanta gente comune per ricordare chi, due anni fa, usciti di casa, come sempre salutando la famiglia per svolgere il turno di lavoro, non ne ha fatto più ritorno.

Era il 20 luglio 2018. Attilio Picoco, insieme al collega Vincenzo Ottaviano e la guardia giurata Benigno De Gennaro, furono investiti da una Golf guidata da un 26enne che procedeva ad alta velocità, sulla Statale 7 bis all’altezza di Acerra. Picoco morì il 31 luglio a Napoli, in ospedale, Ottaviano e De Gennaro morirono sul colpo.

Sono stati momenti di vera commozione soprattutto al momento della celebrazione della SS. Messa. Il parroco nell’omelia ha sottolineato che eventi come questi fanno riflettere su quanto sia importante rafforzare il senso di appartenenza alla comunità, incoraggiando le giovani generazioni, affinché capiscano il valore dei principi di pacifica convivenza e difesa della Patria.

 Il comandante dei carabinieri del Comando provinciale di Napoli nel suo intervento ha rivolto parole di sostegno alla moglie e alle figlie di Attilio Picoco ed un commosso pensiero a tutti i militari che hanno testimoniato con l’estremo sacrificio il loro attaccamento alle istituzioni, esprimendo gratitudine e riconoscenza più sincera all’Arma dei Carabinieri, presidio incrollabile a garanzia della libertà, della sicurezza dei cittadini, della Costituzione e della pacifica convivenza.

Emozionanti le parole del Generale dell’Arma dei carabinieri dott. La Gala:”Patrizia, una sposa che segue le sue tre figlie ed una nipotina come fece mia madre quando rimasi orfano ad 11 anni”.

“Attilio, – prosegue il sindaco –  mai sentito parlare se non di cose concrete. Attilio vive tra noi, attraverso il ricordo della sua memoria a cui abbiamo dedicato una piazza”.

Alla fine della cerimonia, l’amministrazione Comunale ha consegnato una targa al Colonnello comandante Provinciale di Avellino dottor Massimo Cagnazzo, per quanto fatto per la comunità intera del Vallo di Lauro, che con sensibilità e discrezione non ha mai fatto mancare la sua presenza.Ha ringraziato, in particolare, il valoroso operato dell’Arma dei Carabinieri, che tutela la sicurezza collettiva e vigila quotidianamente sul territorio, onorando con lodevole impegno e professionalità il delicato compito di servire il nostro Paese, assicurando la presenza dello Stato.

Una cerimonia che ricorda ancora una volta il sacrificio della vita al servizio della comunità. Valore imprescindibile, dunque, portare l’Arma dei Carabinieri nel cuore, oltre che nella memoria.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.