Cultura

La rubrica “L’Angolo dei libri” di Opera Indomita presenta i romanzi di fantascienza avant-pop progresso e il paradosso di Schrodigher dello scrittore Raffaele Formisano

loading...

Napoli, 1 Febbraio – È il sesto appuntamento per la rubrica “L’angolo dei libri” di Opera indomita, ospite della serata lo scrittore Raffaele Formisano con due suoi romanzi di fantascienza avant-pop: Progresso e Il paradosso di Schrodinger.

Progresso è ambientato nel 2024, il protagonista è Raf, un utente di rete, che trascorre il suo compleanno dialogando con Susie, un’interfaccia virtuale che ha tratto dal suo subconscio alcuni input rielaborandoli in tre racconti visivi.

In uno di questi olo-filmati Charlie e Stanley McGee, due fratelli, ingegneri informatici hanno opinioni opposte sul rapporto tra uomo e tecnologia: per il primo, infatti, la realtà virtuale è l’unico possibile futuro per l’umanità, per il secondo è il contrario.

In un avanzatissimo spazio irreale si svolgono due vicende: una prima storia coinvolge, fino alle estreme conseguenze, lo scettico Stanley; una seconda ambientata ai tempi dell’eruzione del Vesuvio che portò alla distruzione dell’antica Ercolano; una terza storia invece fa ingresso nel mondo virtuale di un social network e si muove in particolare nel social network d’avanguardia Frontnotes, un immenso magazzino rigurgitante di eccessive, incalzanti amicizie da stringere on-line.

Tutto questo porta verso una vita sempre più virtuale, e gli individui vivono con la paura del contatto e al tempo stesso sono nella controversa ricerca di esso. Si è aggiudicato il diploma d’onore con menzione d’encomio al premio internazionale “Michelangelo Buonarroti” per la 4^ edizione della sezione narrativa nel 2018.

Per IL PARADOSSO DI SCHRODINGER  l’autore prende spunto dall’esperimento mentale del  fisico austriaco premio Nobel Erwin Schrodinger, a cui è dedicato, il quale aveva lo scopo di illustrare come la meccanica quantistica possa fornire risultati paradossali  se applicata ad un sistema quantistico macroscopico. Una copia del libro è stata donata alla biblioteca della prestigiosa Università di Vienna, dove egli insegnò.

Il protagonista è Taylor Donovan, un ricercatore universitario brillante ma sottovalutato, dai colleghi e dalla sua fidanzata, una ragazza egoista. Quando il professor Weaver, molto eccentrico, gli affida una chiave per l’accesso ad un laboratorio segreto, prima di suicidarsi in circostanze misteriose, custodita in una lettera. Donovan si ritrova al cospetto di un misterioso impianto di tipo quantistico che gli permetterà di realizzare il paradosso di Schrodinger e di viaggiare in realtà parallele, dando finalmente un valore al progetto che sembrava fosse fallito dall’inizio. Gli altri protagonisti sono: l’affascinante contabile e amica di Donovan Nelly Lonegan e lo squattrinato scrittore Derek Simberlin. I tre si ritroveranno nelle realtà parallele per risolvere il misterioso caso del decesso. I viaggiatori si ritroveranno in mezzo a due specchi, qui il sistema consentirà di scegliere di quale immagine riflessa vestire i panni, diventando un altro se stesso.  Saranno in compagnia di un gatto che dovrà rimanere in vita per proseguire il loro viaggio in quella stessa dimensione alternativa. Ad ogni viaggio i protagonisti si addentrano in nuova realtà perdendo la propria identità, diventano più egoisti e assetati di potere.

 Durante i viaggi si denota la ricerca spasmodica del successo dei protagonisti a discapito dei valori della vita, per poi ritornare alla realtà apprezzando la vita a pieno con tutti i pro e i contro, affrontando i problemi quotidiani nel rispetto di se e del prossimo. Il romanzo è stato finalista al PREMIO INTERNAZIONALE “MICHELANGELO BUONARROTI” 2016 organizzato dall’Associazione Culturale “Arte per Amore” di Seravezza (LU). Lo scorso 18 gennaio ha ottenuto il terzo posto al Premio Letterario “La Penna Perfetta”.

Le prime pubblicazioni di Formisano risalgono al biennio 1999-2000 con racconti fantasy abbinate al Premio Letterario Giammario Marradi. Nel 2013 entra a far parte del collettivo di scrittura creativa GRUPPO9. Nel 2015 esce il suo primo romanzo “Hide School” edito da Homo Scrivens, e nello stesso anno partecipa alla raccolta Nanoracconti. Lo stesso anno pubblica il racconto horror “L’auto accanto” abbinato al Premio Esecranda e il racconto avant-pop “Technology” al Premio Letterario Nazionale ZENO III° edizione.

Il prossimo romanzo di pura Fantascienza sarà edito da Edizioni Mea. In realtà, cominciato tra il 1999 e il 2001, vedrà la luce rimodernato nel corso di questo ventennio, i temi principali saranno: l’egittologia, l’Antartide, e altri siti in cui sono stati ritrovati dei frammenti meteoritici.  Non ci resta che attendere per una lettura appassionante. Progressi e Il Paradosso di Schrodinger editi da Homo Scrivens sono disponibili nelle migliori librerie.

L’appuntamento con la rubrica “L’angolo dei libri” è online sulla pagina Facebook Nanoracconti martedì 2 febbraio, sarà ospite della diretta Elide Apice con l’antologia edita Opera Indomita, Ti racconto una foto, Benevento.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.