Comuni

La Regione Campania stanzia 5 milioni di euro per le donne vittima di violenza

Napoli, 1 Luglio – La Regione Campania ha stanziato 5 milioni di euro a favore delle donne vittime di violenza ed è inoltre stato istituito un Registro dei centri antiviolenza e case rifugio.

Dei 5 milioni 3 sono destinati alla prosecuzione delle attività dei centri antiviolenza e di tutte le case rifugio dislocate in Campania, 400mila euro sono invece destinati alla creazione di due nove case rifugio.

Sono state inoltre programmati 500mila euro  per gli interventi a supporto delle donne vittime di violenza e dei loro figli da attuare in sinergia con la cabina di regia regionale.

“La Giunta Regionale ha approvato questa delibera che permette in maniera concreta di dare sostegno e supporto alle donne vittime di abusi e violenze, si tratta di un grosso passo in avanti in questa direzione.

Ho parlato con l’Assessore Regionale alle pari opportunità Chiara Marciani di questi fondi, e anche i figli di Irina  Maliarenko, la donna di origini ucraine deceduta all’ ospedale dei Pellegrini in seguito ad una violenza, potranno chiederli e accedervi. E’ un’ottima cosa.”- ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa