Sports

Il Napoli domina ma perde con lo Spezia. Bianchi:”Quello di ieri è un grosso campanello d’allarme”

loading...

Napoli, 7 Gennaio – Lo Spezia passa a Napoli in coda a una partita stradominata dagli azzurri, ma buttata via già nel primo tempo dalla squadra di Gattuso per le tante, troppe palle gol buttate via.

A Radio Goal interviene l’allenatore del primo scudetto partenopeo Ottavio Bianchi, e analizza il delicato momento degli azzurri. “Il campionato di Serie A può vincerlo qualunque squadra data la situazione. Se poi andiamo ad analizzare il Napoli, lì è tutta un’altra cosa. Le squadre che arrivano, anche le cosiddette piccole, senza il pubblico azzurro partono con un grande vantaggio. Quello di ieri, contro lo Spezia, è un grosso campanello d’allarme”.

“Questo è un campionato anomalo – prosegue Bianchi – perché non si è fatta una preparazione vera e autentica, i tamponi e tutta la situazione relativa al Covid, incide sui calciatori. Il Napoli ha un’ottima squadra e un ottimo allenatore, ma prima c’era anche il pubblico che poteva incidere positivamente o meno sulla partita. Le mancanze del Napoli – conclude mister Bianchi – sono veramente importanti. Quello che preoccupa è il fatto che non riesce a chiudere il cerchio, l’incapacità di non saper gestire la partita. Nelle grandi squadre c’è sempre il giocatore capace di fare tutto ciò”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.