Magazine

Il Covid e la nostra mente: benessere ed equilibrio psicologico. Intervista alla dott.ssa Giovanna Albano

loading...

Dott.ssa Albano:”E’ necessario tirare fuori e non tenersi dentro le paure, le angosce e ai primi segnali, perché purtroppo ci sono e spesso li sottovalutiamo, bisogna chiedere aiuto ad un professionista e cercare insieme un soluzione, fare un tratto di strada insieme, quella strada che si è smarrita o addirittura sbagliata e dunque ha facilitato la perdita dell’equilibrio”.

 

 

Palma Campania, 29 Gennaio – Senza ombra di dubbio, oggi, nella democrazia moderna è diventato un compito arduo trovare il proprio equilibrio. Tuttavia, possiamo fare affidamento su ingredienti fondamentali per il raggiungimento di una personalità equilibrata, possibile solo attraverso analisi della conoscenza dei propri limiti, ovvero ,delle proprie abilità. Avere un rapporto salutare con se stessi è qualcosa di fondamentale per raggiungere una personalità equilibrata.

A tale proposito ci facciamo consigliare dall’esperienza di un professionista del settore, una guida, un eccellente punto di riferimento specialistico: la psicologa, psicoterapeuta dott.ssa Giovanna Albano, alla quale poniamo qualche domanda.

 Di cosa si occupa di specifico dott.ssa Albano?

“Spesso, mi pongono questa domanda mi piace rispondere, sostanzialmente mi prendo cura delle persone, di quelle persone che ad un certo punto della vita si sono perse e mi piace fare un tratto di strada con loro per guidarle verso una nuova meta, più funzionale, decisamente più sana”.

La società attuale sta subendo una crisi esistenziale ed è alla ricerca di un nuovo equilibrio anche tra casa e lavoro, il cosiddetto “work life balance” potrebbe farci chiarezza al riguardo? 

“In effetti è da quasi un anno che siamo stati catapultati in una nuova, “strana” realtà che, purtroppo, per molti ha significato “crisi esistenziale”. Oggi, con la situazione della pandemia, siamo alla ricerca di quello che lei chiama “equilibrio” tra la propria vita privata e il lavoro. Questo equilibrio è sempre stato ricercato da tutti, ed è sempre esistito, non solo con il work life balance, con le nuove tecnologie. Anzi, forse oggi, più di ieri, questa ricerca incessante oltre a portare benefici al livello lavorativo è la causa maggiore di stress, il cosiddetto “stress da lavoro – correlato”, proprio per l’incapacità dell’individuo di accettare i propri limiti e di voler fare sempre tanto, di dimostrare sempre troppo, di ricercare più che un equilibrio, direi un ideale di perfezione”.

Per quanto possa scardinare l’equilibrio psichico, la depressione incide su questa grave sofferenza?

“Purtroppo si, la depressione non solo incide ma rappresenta proprio una delle cause di questa sofferenza nel ricercare un giusto equilibrio, causa della crisi esistenziale”. 

Il risultato dei test è sufficiente per una diagnosi?

“Direi che un test ( di solito mmpi-2 test di personalità) evidenzia non solo il disturbo depressivo, ma anche lo stress ed altri disturbi legati a questo, permettetemi, dis-equilibrio tra la vita privata e il lavoro. Però, prima di un qualsiasi test, bisogna chiaramente effettuare colloqui con l’interessato, si stila una diagnosi e successivamente, oltre al test, si intraprende un percorso terapeutico”.

Come si affronta una crisi esistenziale?

“La persona con crisi esistenziale è un persona con un profondo disagio, un senso di smarrimento e non si sente più in grado di “andare avanti”; ha smarrito non solo quell’equilibrio di cui si parla, ma addirittura la strada che lo conduceva, fino a quel momento, nella giusta direzione della propria vita. Ha la sensazione di perdere la propria vita. Come si affronta? bhe’, innanzitutto, non bisogna abbandonare né giudicare la persona in questione, ma convincerla a rivolgersi ad uno specialista in grado di “accompagnarla” con mano a ri-trovare la strada smarrita e cercare insieme delle strategie idonee”.

Secondo lei, l’Asl dovrebbe sostenere questo problema che sta emergendo in maniera così esponenziale?

“Diciamo che l’Asl dovrebbe e potrebbe contribuire a sostenere questo problema, anche se oggi la burocrazia e tutto ciò che compete questo tipo di servizio al cittadino si contra con una realtà al quanto burrascosa…”

Il Ministro della salute, Roberto Speranza, cosa ne pensa al riguardo?

“Sulla crisi esistenziale non conosco il pensiero del ministro, ma ovviamente oggi tutto è legato al covid-19. Purtroppo si cerca di salvaguardare la salute dei cittadini e, chiaramente, vengono date delle direttive, ma resta comunque il fatto che i cittadini-lavoratori stanno andando incontro a diversi problemi oltre che a disturbi relativi alla propria personalità”.

Cosa consiglia per chi soffre di questo disturbo? 

“Io consiglio, ovviamente, di “tirare fuori” e non tenersi dentro le paure, le angosce e ai primi segnali, perché purtroppo e per fortuna direi, ci sono e spesso li sottovalutiamo, bisogna chiedere aiuto ad un professionista e cercare insieme un soluzione, fare un tratto di strada insieme, quella strada che si è smarrita o addirittura sbagliata e dunque ha facilitato la perdita dell’equilibrio. Il primo passo può sempre sembrare una enorme montagna da scalare, ma alla fine è quello che ci porta fuori a ritrovare la nostra strada riportandoci alla serenità e a riprenderci la nostra vita”.

A chi rivolgersi per non sbagliare indirizzo terapeutico? Infine, secondo lei, cosa avrebbe bisogno la società di oggi?

Con un piccolo sorriso la dott.ssa conclude: “Io difendo il mio indirizzo, ovviamente, il sistemico relazionale. E’ naturale, però, che un buon psicologo può essere d’aiuto in tutti questi casi. La società di oggi? Di sicuro, di persone in grado di aiutare, di calarsi nei panni delle categorie più a rischio, di quelle cosiddette deboli. Oggi la società ha bisogno di credere innanzitutto in qualcosa di buona, vero, costruttivo. le aziende, le fabbriche e ogni luogo di lavoro, dovrebbero mettere i propri dipendenti in condizioni ottimali e in un ambiente sano di lavoro, e garantire una opportuna edificazione della qualità della vita”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.