Comuni

Giugliano, violano la quarantena per bullizzare un senzatetto: identificati

loading...

Giugliano, 16 Aprile – A Giugliano alcuni ragazzi hanno violato alla quarantena per scendere in strada e prendere di mira un senzatetto.
L’atto di bullismo è stato immortalato in un filmato, poi postato sui social, dove si vedono dei ragazzi, a piazza San Nicola nel comune di Giugliano, gettare dell’acqua addosso ad un senzatetto.

Il video in questione era stato precedentemente segnalato al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, in un dossier sulla delinquenza e la baby-criminalità dilagante sui social, alle autorità che si è attivato con l’ex consigliere comunale del Sole che Ride Giuseppe D’Alterio.

“Questi delinquenti sono stati individuati e si procederà alla denuncia. Chi pensa di violare la quarantena e di approfittare dell’emergenza e delle strade vuote per poter fare atti di teppismo, di violenza gratuita e delinquere deve capire che verrà individuato e denunciato, non si darà scampa ai vandali, ai bulli e ai delinquenti, si deve difendere la città da questi individui. Mettere a repentaglio la propria incolumità, violando la quarantena per gettare acqua addosso a una senzatetto è un gesto da veri miserabili, da vigliacchi e da cialtroni”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.