Politica

Elezioni Regionali, Un civico prestato alla politica: Antonio Saggese

loading...

Milano, 24 Febbraio – L’impegno personale di un Consigliere Regionale della Regione Lombardia, conosciamolo.

In un periodo di campagna elettorale, fra promesse e schieramenti, abbiamo incontrato il Dr. Antonio Saggese, consigliere regionale della Lombardia, in corsa per il suo secondo mandato con “Fratelli D’Italia” , per fare un bilancio con lui degli obiettivi raggiunti e dei suoi nuovi propositi, conosciamolo:

“Carissimi lettori , diamo il benvenuto qui con noi al Dr. Antonio Saggese , già consigliere regionale dal 2013, della regione Lombardia, a cui diamo il benvenuto in questa intervista.”

“ Grazie mille per questa opportunità”

“ Grazie a lei di aver accettato il nostro invito. Lei è candidato, per il suo secondo mandato, con “Fratelli d’Italia” per le elezioni del  4 Marzo, per la regione Lombardia, come nasce Antonio  Saggese e il suo amore per la politica?”

 “La definizione più appropriata, per il sottoscritto, è quella di “un civico prestato alla politica”, ho fatto per tanti anni associazionismo, volontariato, nell’ambito di una fragilità che oggi colpisce milioni  di famiglie italiane, un milione di famiglie lombarde, ovvero quella fragilità che scaturisce dalla separazione, dalla disgregazione della famiglia. Ho sempre seguito questo tema e mi sono affacciato sullo scenario politico regionale con le elezioni regionali del 2013 all’interno della lista civica “Maroni Presidente” .

“Lei ha detto una bellissima definizione “un civico prestato alla politica”, perché  quello che ci ha particolarmente colpito di lei è il suo impegno  personale, ricordiamo  che lei è: componente della commissione sanità della Lombardia,  componente regionale della commissione antimafia Lombardia , ma soprattutto è Vicepresidente dell’”associazione papà separati Lombardia Onlus”, che ha raggiunto tantissimi obbiettivi fra cui la promozione della legge regionale 18/2014 sui “genitori separati con figli minori”,  stanziando quasi 20Milioni di euro e la modifica del regolamento per quanto riguarda le graduatorie per l’assegnazione delle case popolari. Come si arriva a tutto questo?”

“ L’esperienza ,all’interno del volontariato, con la costituzione di una associazione , chiamata “papà separati Lombardia” di cui ad oggi sono Vicepresidente, è stata fondamentale per poter capire dove si annidano i problemi  e ha permesso di individuare, sotto il profilo tecnico e legislativo, le norme su cui dovevamo andare a lavorare. Infatti l’opportunità di lavorare all’interno del Consiglio regionale della Lombardia, ha permesso di poter predisporre un progetto di legge, poi diventato legge,  la n. 18/2014, dedicata appunto ai genitori separati con figli minori in particolare. Con questa si sono stanziati  20 Milioni di euro,  sia a mamme che a papà. Sono stati erogati contributi pari a €400 al mese per 6 mesi, a chi presentava un Isee al di sotto della soglia di € 15.000, poi elevata a € 20.000, poi ha previsto la modifica del regolamento per l’assegnazione delle case popolari,  si è previsto un punteggio alto a tutti quei genitori, che devono abbandonare la casa perché assegnata all’altro genitore, sempre più spesso nelle sentenze di separazione vediamo che non è solo la mamma a beneficiare della casa che viene assegnata ma anche il papà, quindi è stata equiparata la sentenza di separazione allo sfratto esecutivo e questo permette di avere dei punti molto alti all’interno delle graduatorie, quindi potersi trovare dinanzi a soggetti che risultano poi beneficiare dell’assegnazione delle case popolari.”

“Possiamo parlare quindi di una realtà che sta cambiando, una realtà con meno pregiudizi  e  un occhio più attento  ai padri e  agli uomini .Mi riferisco ai dati Istat , sulla violenza sugli uomini con cifre  importanti: 3Milioni, 754 mila uomini di cui 1 Milione, 274 mila negli ultimi soli tre anni.”

“ Esatto, è un numero molto alto. Sono convinto che le molestie non siano subite soltanto dalle donne, a cui io do tutta la mia solidarietà, per chi vive una situazione di violenza, ma anche dagli uomini. Di questo argomento ne avevo già parlato in Consiglio regionale e avevo fatto un convegno “La violenza non è a senso unico” ,erano stati diffusi alcuni dati, rappresentanza della ricerca universitaria. Adesso ci sono dei dati Istat, conferma che il “sentiment”  accusato dal convegno, fatto già nel 2016 era più che fondato. Un indagine che mette in luce  3 Milioni di uomini, soggetti a molestie che si verificano soprattutto nei riguardi dei papà separati,  ascrivibili ad un comportamento volto, a limitare la regolare frequentazione tra il papà e il figlio, quindi ad una forte lesione di un diritto, che deve essere salvaguardato, “diritto di genitorialità”: si separano i genitori, ma ad un figlio non si toglie mai ne il papà ne la mamma e se mi permette neanche i 4 nonni che ogni bambino ha.”

“ Come mai la scelta di candidarsi con “Fratelli D’Italia”? ”

“E’ stata una sofferenza trovarsi davanti alle dichiarazioni del Gennaio scorso di Maroni, di non volersi ricandidare, che ha determinato lo scioglimento della lista civica “Maroni Presidente” . Ho fatto un adeguata analisi su una serie di inviti che mi erano stati rivolti da diversi partiti, per poter proseguire il percorso  intrapreso con la mia prima legislatura in regione Lombardia. Non è stato facile per me, volevo trovare un contesto civico all’interno del quale continuare a svolgere, questo mio ruolo . La scelta su “Fratelli d’Italia” è caduta perché mi hanno accolto pur non essendo un iscritto al partito, si è aperta al civismo: all’interno della lista  troviamo il figlio di uno  dei 3 soggetti che furono assassinati da Kabodo ( Adam Kabodo, ghanese di 34 anni, che l’11 Maggio 2013 seminò il terrore nel quartiere Niguarda di Milano, massacrando 3 passanti e ferendone gravemente altri 2, a colpi di piccone),per poter parlare di sicurezza. Abbiamo Francesco Sicignano ( il 65 enne che il 20 Ottobre 2016 sparò, uccidendolo il ladro albanese, entrato in casa sua per derubarlo. Assolto il 2 Giugno2016 per legittima difesa),  per poter sottoporre  la tematica della legittima difesa. Quindi me, con una esperienza che ho portato avanti  dal 2004 e quindi una lista che vede me e che tocca il problema  delle famiglie separate.”

“Possiamo ricordare ai nostri lettori che lei non si è speso soltanto nel campo delle esigenze dei  genitori separati, ma lei ha lavorato molto sia contro l’inquinamento che  per le incentivazioni  delle relazioni commerciali soprattutto  Lombardia /Stati Uniti.”

“Svolgendo il ruolo di Consigliere regionale si rappresenta l’intera comunità lombarda che accusa fragilità su altri aspetti. Viviamo in una delle regioni più produttive di Italia, dove c’è un alto tasso di inquinamento. Va data una risposta, individuata una soluzione: mi sono prodigato per quanto riguarda la lotta all’ inquinamento attraverso la sottoscrizione e la presentazione di una mozione, che ha impegnato la giunta ad attuare delle politiche che potessero concretamente dare  un contributo fattivo al problema : ha prodotto  un bando per l’assegnazione di fondi per la realizzazione delle colonnine elettriche che ogni privato può, partecipando a questo bando, costruire all’interno del suo garage,  ha determinato anche l’eliminazione del bollo su tutte le auto elettriche.  Questo intervento è di natura regionale e su questa tematica ,sulla mobilità elettrica ,fenomeno che va sviluppato per risolvere il problema in maniera concreta, mi aspetto che si faccia di più da un Governo del paese, come accade negli altri paese europei. Dobbiamo portare le imprese  in giro per il mondo e far si che esse siano accolte nei paesi con i quali l’Italia e la Lombardia, nella fattispecie, dialoga e le istituzioni hanno il compito di stimolare tale natura.”

“Grazie a lei, possiamo  parlare di sicurezza sul lavoro e anche “credito e risparmio” oltre che sanità, visto che lei si è occupato anche di questo.”

 “ “Credito e risparmio” è un argomento che ho seguito dal momento in cui fu adottato il decreto, da parte del Capo di Governo, Matteo Renzi, sulla trasformazione obbligatoria delle banche popolari o delle banche cooperative, in società per azioni. Quella battaglia era  fondata, La struttura cooperativa è estremamente importante, perché evita di avviare scalate, da parte di “player” internazionali e soprattutto si salvaguardia quello che è il rapporto esistente tra il territorio e la banca, che vive quel territorio, per poter comprendere meglio le esigenze di ripresa, per poter capire le esigenze di una famiglia. Noi riteniamo che il management, lo sviluppo e le relazioni tra la banca e cliente, debbano svilupparsi fra chi vive sullo stesso territorio. Quel Decreto doveva essere posto sotto un’ attenta critica, da parte del Governo, dalla Regione Lombardia fu presentato un ricorso presso la Corte Costituzionale, perché dobbiamo ancor oggi, salvaguardare una democrazia economica, in ambito bancario, in modo tale che ogni impresa e ogni famiglia possa avere, nel territorio, sempre nel rispetto di una stabilità finanziaria del Paese, più interlocutori.”

 “Dr.Saggese le sue aspettative  per questo dopo 4 Marzo 2018?”

“Che si continui a gestire, in maniera efficiente  una regione, la Lombardia, motore trainante dell’intero Paese per poter assicurare l’efficienza del settore sanitario. Nella passata legislatura, abbiamo riformato il sistema socio-sanitario, abbiamo ridotto a 9 centri direzionali,  9 poltrone, abbiamo risparmiato 500 Milioni di Euro, lasciando invariati i posti letti e i posti di lavoro, lavorando sulla efficienza e sulla razionalizzazione della Spesa Pubblica. Oggi è comprovato dal fatto, con tutto il rispetto faccio questa considerazione: è dalla Sicilia che si viene in Lombardia per farsi curare e non dalla Lombardia si va in Sicilia. Il sistema sanitario della Regione deve continuare ad essere un esempio virtuoso per tutto il Paese, in modo che le Amministrazioni di ogni singola Regione, possono prenderlo  come punto di riferimento. Il mio auspicio è che  ci si trovi un’altra volta ad un Governo,  quello del Centro-Destra, che ha capitanato la Regione Lombardia da anni e che continui a fare del sistema sanitario un punto di eccellenza in tutto il Paese.”

“Un’ultima domanda: cosa si sente di dire a tutti quegli Italiani, ovviamente della Regione Lombardia, che andranno a votare il 4 Marzo?

“ Innanzitutto con chi va a votare, mi complimento perché votare è un diritto ma allo stesso tempo ritengo sia un dovere. Invece ho da dire molto a quel circa 40% di elettori, che sono demoralizzati e non credono più alla politica: posso comprendere che oggi c’è uno scollamento tra il Cittadino e le Istituzioni, ma proprio per questo,  continuiamo ad esercitare il nostro diritto di voto e riusciremo a sottoporre le nostre istanze, solo ed esclusivamente in un contesto democratico civile, in una città, come quelle in cui viviamo.”

“ Dr. Saggese, noi la ringraziamo di averci dato la sua disponibilità a parlare con  i nostri lettori, per far conoscere quelli che sono i suoi programmi,  per questo imminente 4 Marzo, che sta’ arrivando”

“Grazie a voi, ho fatto un volantino che reclamizza la mia candidatura per il 4 Marzo in cui c’è scritto semplicemente “ Dillo a me” , le faccio presente questa cosa, perché ha evidenziato il fatto della relazione con l’elettore .Sono su Facebook : “Antonio Saggese”, nel la mia pagina, ci sono tutti i miei riferimenti : mail , numero di telefono,  per mettermi a disposizione degli elettori, per presentare al meglio il programma della Regione Lombardia, che ci troveremo ad attuare nella prossima legislatura e grazie a lei perché mi ha dato l’opportunità di poter  fare una piccola valutazione sul lavoro fatto e soprattutto di tracciare il segno per il lavoro che ci attende”. 

{gallery}mila{/gallery}

                                              

 

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.