Attualita'

Covid, arriva Novavax: reputazione vaccini cresce del 7.81%. I no-vax convertiti potrebbero essere oltre il 65%

Il principio attivo “vecchio stampo” rassicura anche i più scettici e potrebbe catapultarci davvero nell’era post-Covid. Secondo l’analisi svolta da ReputationRating, l’arrivo del cosiddetto “Vaccino per i No vax” è destinato a consolidare il vaccino come strumento più efficace per entrare ufficialmente in una fase di convivenza con il virus, anche tra i più scettici. A incidere maggiormente, in vero, risultano i Driver reputazionali: Prodotto & Servizio e CSR (Responsabilità Sociale). Gli Stakeholder con la reazione più positiva sono soprattutto i Cittadini No vax
Napoli, 1 Marzo – Prendendo in considerazione il periodo d’esame di fine febbraio 2022, in seguito al via delle prenotazioni per Nuvaxovid, le cui prime somministrazioni sono già state effettuate, si registra un aumento della percezione positiva nei confronti del vaccino vicina agli 8 punti percentuali, e si stima un aumento delle prime dosi di oltre il 65%.
Questo è quanto emerge dalla nuova analisi realizzata dal ReputationRating, l’unico motore di ricerca e comparazione di Brand basato su un algoritmo che offre una valutazione completa, tangibile, affidabile e imparziale della Reputazione di Paesi e Organizzazioni; l’algoritmo “ReputationRating” pesa e misura le dimensioni della reputazione, certificando una serie di parametri oggettivi e soggettivi, attraverso la tecnologia blockchain.
La polemica attorno ai vaccini mRNA si è infiammata quando Pfizer ha mancato la scadenza fissata dall’Ema, circa una richiesta di chiarimento e di analisi sugli effetti del principio attivo del loro vaccino. Pur non volendo credere a teorie del complotto, questo dà senz’altro armi nelle loro mani. Sui social circolano notizie sul fatto che il vaccino BioNTech/Pfizer conterrebbe componenti non adatti all’uso nell’uomo che causerebbero forti reazioni allergiche, nello specifico le nanoparticelle lipidiche ALC-0315 e ALC-0159, dando così un’apparenza scientifica a voci non verificate per quanto possibili.
Nonostante questo, in Italia il numero di cittadini over-12 con almeno una somministrazione, si avvicina al 92% della popolazione. Ma questa percentuale sembra non bastare per contrastare il virus, in particolare nelle sue moderne varianti. Arriva dunque Novavax: il quinto vaccino disponibile nell’Unione Europea, promosso dal NEJM come “Sicuro ed efficace contro le correnti varianti di SARS-CoV-2, con un accettabile profilo di sicurezza”.

Il suo arrivo dovrebbe portare ad un aumento considerevole delle immunizzazioni, grazie al suo principio attivo “vecchio stampo”, ossia similare a quello dei vaccini già in uso e sdoganati nella percezione pubblica. La sua formulazione, dunque, sembra non destare preoccupazioni a coloro che fino ad oggi hanno mostrato timore e scetticismo.

La ricerca del ReputationRating
La ricerca reputazionale è stata effettuata incrociando dati derivanti da: analisi di media intelligence delle principali testate nazionali; Web reputation analysis; indagini statistiche pubbliche. Il tutto sotto la lente dell’algoritmo brevettato del ReputationRating. Scendendo più nel dettaglio dell’aumento reputazionale rilevato dal ReputationRating, notiamo che ad essere maggiormente impattati sono i Driver del Prodotto & Servizio (+9.13%); e della CSR (Responsabilità Sociale) (+12.15%).

«Il nuovo vaccino sembra possa convincere una buona parte degli scettici. Le prime analisi confermano quanto si pensava, e quindi confermano ciò che professiamo da sempre: è sempre stata una questione di comunicazione. Infatti, posto che i cittadini non hanno di punto in bianco acquisito competenze scientifiche per valutare la bontà di una profilassi vaccinale, la loro scelta è, ed è sempre stata, guidata dalla fiducia percepita. E questa percezione è sempre frutto di una buona o cattiva comunicazione», commenta così Davide Ippolito, cofondatore di ReputationRating.
A percepirlo, e dunque parliamo di Stakeholder, sono per lo più i Cittadini (+10.31%) come rilevato specialmente dalla Sentiment Analysis che tra blog post, Social e Forum ha registrato un Sentiment positivo (61%) attorno alle principali keyword inerenti a Novavax, in particolar modo tra la popolazione non immunizzata.
Joe Casini, cofondatore di ReputationRating, commenta così questo calo: «La Pandemia da Covid-19 ha messo la popolazione globale di fronte a una sfida estremamente complessa. Le scelte prese dai Governi, basate su dati e analisi scientifiche e statistiche – che naturalmente non rientrano nel bagaglio culturale del comune Cittadino – stanno da tempo portando ad un cambio forzato della loro vita. Lo scetticismo, in tal senso, era da preventivare. Più che rassicurare i cittadini con un “vaccino per i No vax”, forse sarebbe stato più opportuno ascoltare i loro timori e offrire un servizio di informazione maggiormente comprensivo ed esaustivo, combattendo le reticenze sul giusto terreno di dialogo».

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.