Politica

Covid, Arcuri:”Il virus circola ancora, se ricominciamo a far finta di niente, perderemo di nuovo il controllo dell’epidemia”

loading...

Roma, 1 Febbraio – “Se noi ricominciamo a far finta di niente e assistiamo alle scene di folla, perderemo di nuovo il controllo dell’epidemia”, ha detto il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri a “Che tempo che fà”. “Il virus – ha aggiunto – non è stato sconfitto ma circola ancora”.

“Con il vaccino AstraZeneca avremo l’importante opportunità di ridurre la moltiplicazione dei contagi”, ha quindi dichiarato il commissario straordinario per l’emergenza Covid, spiegando che il nuovo siero permetterà “la parallelizzazione di due percorsi”: da un lato, “la riduzione dei decessi e della pressione sulle terapie intensive” con i vaccini Pfizer e Moderna, dall’altro, “la riduzione dei contagi” con AstraZeneca consigliato per chi ha tra i 18 e i 55 anni. 

“Abbiamo iniziato il piano delle vaccinazioni con uno schema che prevedeva in Italia sarebbero arrivati 28 milioni e 600mila vaccini. Stiamo lavorando adesso con uno schema che prevede 11 milioni e 200mila vaccini. Si tratta di oltre il 60% in meno” ha aggiunto Arcuri. 

“Siamo il paese d’Europa che ha  più vaccinati. Sono 618mila le persone vaccinate che hanno ricevuto la prima e la seconda dose”, ha puntualizzato il commissario Arcuri. 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.