Comuni

Coronavirus, Confapi jr: “Finanziamenti a fondo perduto sul modello tedesco”

loading...

Di Santis: in Germania 15mila euro a microimprese e tagli fiscali

Napoli, 25 Aprile  – “Bisogna ispirarsi al modello tedesco di aiuti alle micro imprese: soldi a fondo perduto e taglio fiscale per tutte le scadenze che si sono accumulate in questi mesi di lockdown”. La proposta è del presidente gruppo Giovani Confapi di Napoli, Massimo Di Santis.

In Germania, il Governo e i lander hanno stanziato, per realtà con meno di 15 addetti, un finanziamento di 15mila euro che non solo immette liquidità immediata nelle aziende ma aiuta i piccoli imprenditori anche nel recupero di quelle spese – come fitti e utenze – che sono state congelate per non indebolire ulteriormente la tenuta finanziaria dell’impresa”.

“Va dato atto alla Regione Campania di aver compreso con immediatezza le difficoltà del comparto produttivo e di aver messo in campo, con tutti i vincoli di bilancio esistenti, misure utili ad aiutare il mondo delle Pmi, ma non è sufficiente – conclude Di Santis –. Servono, d’intesa col Governo centrale, altri strumenti di intervento. Garantire agli imprenditori, sul modello tedesco, piccole provviste finanziarie potrebbe essere una strada saggia da percorrere perché i soldi dati agli imprenditori sono soldi utilizzati per pagare fornitori, dipendenti e scadenze. Soldi, quindi, che rientrano immediatamente nel circuito”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.