Politica

Coronavirus, Borrelli (Verdi): “Partono i triage in tenda negli ospedali campani. Già pronte le tende al Cardarelli e al San Giovanni Bosco. In questo modo si evitano contati e contagi.”

Napoli, 25 Febbraio – In merito alla crescita del numero di contagiati dal virus Covid-19 sul territorio nazionale il Sindacato delle Professioni Infermieristiche ha chiesto al Presidente delle Regione di Campania Vincenzo De Luca che siano allestiti dalla Protezione Civile delle strutture di triage esterne in tende.

“E’ una richiesta che abbiamo fatto anche noi Verdi e che si sta già attuando. In tutti gli ospedali della Campania dato che il numero di contagiati dal Coronavirus sta crescendo in tutto il paese, sono state predisposte delle strutture di triage esterne in modo che i pazienti possano essere sottoposti ad un primo controllo senza dover accedere ai locali interni dei pronto soccorso infettando altri pazienti. La Regione Campania a seguito delle richiesta sta istallando anche sul nostro territorio delle strutture di triage in tenda come ad esempio al Cardarelli e al San Giovanni Bosco dove sono già state montate in modo da evitare inutili contatti e contagi, è una precauzione che va presa per tutelare i pazienti ed il personale medico”– ha dichiarato il Consigliere Regionale del sole che ride Francesco Emilio Borrelli, anche membro della Commissione Sanità.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa