Politica

Coronavirus, A. Cesaro (FI):”Gravissima sospensione PS Cardarelli, medici e volontari ancora senza DPI”

Napoli, 13 Marzo – “Un fatto grave, davvero un pessimo segnale”. Così il capogruppo regionale campano di Forza Italia Armando Cesaro, commenta l’ennesimo stop per sanificazione delle attività del pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli. ” La verità – sottolinea l’esponente di Forza Italia – è che il coronavirus non si combatte a colpi di like sulle dirette face book: di fronte ad un incremento dei casi di contagio del 23% e di ricovero in terapia intensiva del 36% De Luca continua a fantasticare di posti letto a futura memoria senza spendere una sola parola sulla sicurezza degli operatori sanitari. Ci vogliono i dispositivi di protezione efficaci e subito. Siamo colpevolmente in fortissimo ritardo”.

“Purtroppo – denuncia Cesaro -, continuano ad arrivarmi decine e decine di segnalazioni allarmanti di medici, infermieri, operatori socio sanitari e persino dei volontari della Protezione Civile, eroi costretti a combattere l’epidemia  a mani nude. Una vergogna”. “Un medico in lacrime mi ha detto: ci stanno ammazzando tutti”, confida Cesaro.

“Capisco che questo è e deve essere il momento dell’unità  – conclude il capogruppo di Forza Italia  – ma deve essere prima di tutto il momento della responsabilità. Basta chiacchiere, De Luca faccia presto. Anzi subito!”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa