Comuni

Carbonara di Nola, insegnante dell’Infanzia positiva al Covid-19: alunni avvisati solo dopo 4 giorni

loading...

Carbonara di Nola, 10 Novembre – A Carbonara Di Nola con la riapertura della scuola dell’Infanzia in presenza il 26 ottobre, ritornano in classe i bambini. In seguito con l’ordinanza regionale n° 86 del Presidente Vincenzo De Luca, si sospendono le attività di quest’ordine scolastico. Giusto il tempo che occorre però per un contatto diretto con un insegnante che purtroppo, si sottopone a tampone sabato 31, e le è comunicato il giorno successivo l’esito positivo al Covid-19. Da questa data devono passare quattro giorni, esattamente il 4 Novembre, perché una telefonata avvisi le famiglie dei piccoli alunni.

Lo sconcerto dei genitori arriva da una dichiarazione del primo collaboratore del Dirigente scolastico al Plesso di Carbonara, dell’Istituto Comprensivo A. De Curtis, a un giornale locale, in cui si asserisce che la scuola si sia subito attivata ad avvisare i genitori della Materna. Qualcosa non ha funzionato nel Contact tracing?

Da quando l’insegnante contatta il proprio medico di base, che consiglia il tampone, l’Asl (Dipartimento di Prevenzione) attiva il protocollo per l’indagine epidemiologica e avverte la dirigenza per procedere con le disposizioni che riguardano l’isolamento delle persone che sono venute in contatto. Il referente Covid della scuola fornisce l’elenco dei contatti stretti e dei relativi genitori.

I bambini presenti in classe nei giorni di riapertura erano solo cinque ma questo tempo perso nell’individuare e isolare i contatti per evitare il dilagare dei contagi interessa tutti i genitori  che in futuro potrebbero ritrovarsi nella stessa situazione.

La scuola ha poi messo in quarantena gli scolari fino al 14 Novembre, tempestivamente sono stati fatti i tamponi, e quasi tutti hanno ricevuto il risultato che per fortuna è negativo, ma è stata tanta la paura che si potessero avere contratto il Virus. “Sono stati giorni duri, siamo stati soli, abbiamo ricevuto solo una telefonata dalla scuola.” Hanno confessato i familiari.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.