Politica

Campania, Regionali. Caldoro:”Piano De Luca? Napoli declassata. Per rilancio piano case periferie”

loading...
Napoli, 10 Settembre – “De Luca ha sottratto un miliardo e mezzo agli investimenti per Napoli, toglie a Napoli per dare a Salerno.
I suoi punti programmatici sono un affronto. Ha declassato Napoli da grande capitale a città di provincia. Piccoli progetti senza alcun respiro”. Lo dice Stefano Caldoro, intervenendo a Radio Crc ‘Barba e capelli’.
“Io, da presidente, destinai a Napoli 2 miliardi per progetti di ampio respiro: dal centro storico Unesco, alla metropolitana, dal porto ed il polo fieristico, e naplest e ne prevedo altrettanti per la prossima programmazione. Con questi piccoli interventi De Luca – dice il candidato del centrodestra in Campania- non investirebbe più di 500 milioni, al massimo, lasciando, come sempre, indietro le periferie.
Per Napoli serve anche un grande e innovativo Piano di rigenerazione urbana attraverso il piano casa, che insieme al Superbonus e al Recovery Fund, faccia una grande opera rilancio di tutte le periferie. Così si crea lavoro per migliaia di persone, maggiore valore immobiliare, riduciamo il consumo di suolo e cambiamo il volto di Napoli, attraendo investimenti internazionali. Fa parte del mio piano per creare 100.000 posti di lavoro nei prossimi tre anni”, conclude.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.