Politica

Campania, Fase 3. Di Scala (FI):”Concorso autisti ambulanze, sbagliato tagliar fuori i volontari”

loading...

Napoli, 2 Agosto – “E’ legittimo chiedere qualche anno di comprovata esperienza, certificata dalla contribuzione previdenziale, a chi voglia partecipare al concorso per autisti di ambulanze in Campania. E’ sbagliato affidare convenzioni a società private che non garantiscano i contributi ai propri autisti impedendogli di fatto qualsiasi possibilità di poter partecipare poi alle selezioni pubbliche”. Lo afferma la consigliera regionale campana di Forza Italia, presidente della commissione Sburocratizzazione, Maria Grazia Di Scala, commentando i requisiti previsti dai bandi aziendali delle asl campane per il reclutamento di Tecnici Specializzati-Autisti di Ambulanza Categoria B.

Per la consigliera regionale di Forza Italia “fermo restando il preziosissimo quanto indispensabile contributo delle diverse realtà private e di volontariato che si occupano di trasporto infermi, sarebbe quantomeno opportuno riconoscere ai relativi lavoratori, anche se semplicemente volontari, magari con adeguati incentivi regionali, i diritti minimi sindacali, gli unici che garantiscono un minimo di prospettiva al lavoratore ed al servizio sanitario stesso”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.