Politica

Campania, Di Scala (FI):”Troppi paletti nel regolamento per il ristoro da ingiusta demolizione”

loading...

Napoli, 28 Luglio – “Il via libera al regolamento regionale per la concessione di un ristoro economico ai proprietari di immobili abusivi acquistati in buona fede ma poi demoliti è un’ottima notizia. Un po’ meno lo è il fatto di aver posto limiti ai requisiti che rischiano di tagliare fuori dai benefici molti di coloro che, al pari di quanti riusciranno ad ottenere il sostegno, ne avrebbero avuto comunque diritto”.

Lo afferma la consigliera regionale campana di Forza Italia Maria Grazia Di Scala, presidente della commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania, rinviando all’approvazione del Regolamento di attuazione delle norme della Legge n. 6 del 12 marzo 2020 che, all’indomani delle demolizioni dei manufatti di via Panoramica a Terzigno, dispose misure a sostegno dei proprietari di immobili abusivi acquistati in oggettiva buona fede.

“Porre paletti sull’Isee familiare o sull’ampiezza della superficie della casa da comprare – spiega Di Scala – riduce infatti ingiustificatamente la portata di un diritto che o c’è o non c’è. Né si capisce per quale ragione va tagliata drasticamente la quota di risorse destinate a chi, non potendosi permettere l’acquisto di una casa, decide di vivere in fitto”. “In sostanza – conclude – la Regione avrebbe potuto e dovuto fare di più, ma così non è stato”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.