Politica

Lo scivolone del senatore Morra, l’Associazione “La forza delle donne” si costituisce parte civile per le “gravi offese e l’oltraggio alla memoria di Jole Santelli”

loading...

Napoli, 24 Novembre – Che le parole possano essere sciabolate o balsamo dovrebbe essere noto a tutti. Tale affermazione è ancor più vera quando si tratta di un politico, uno che l’uso delle parole dovrebbe conoscerlo alla perfezione. Utilizzare un linguaggio appropriato e consono in politica è la bibbia. Così non la pensa il senatore pentastellato Nicola Morra, e la eco delle sue di parole, quelle proprio inaudibili rivolte nei giorni scorsi contro la defunta presidente della Regione Calabria Jole Santelli, ma anche contro i calabresi ed i malati onclologici. Insomma Morra è riuscito a scontentare ed offendere in un solo colpo proprio tutti: e si sentono offesi anche moltissimi italiani che si sono rivisti nei soggetti toccati dalle frasi sconsiderate del senatore. La vicenda ha scosso così profondamente la coscienza di alcuni tanto da spingerli a muoversi ed attivarsi affinché la “ingiuria” di stampo morresco non passi per la cavalleria.

E ieri arriva la notizia che l’associazione “La forza delle donne” da anni impegnata nella difesa delle donne vittime di maltrattamenti ad ogni livello, abbia deciso di costituirsi parte civile avverso il sen. Nicola Morra per le “gravi offese e l’oltraggio alla memoria di Jole Santelli”.

“Non riesco a dimenticare quelle parole, come donna, come madre, come presidente di questa associazione in cui credo fortemente, e con l’esperienza che vivo tutti i giorni soccorrendo donne vittime di violenza ed abusi anche verbali, quelle parole non posso dimenticarle; né io né tutte le donne dovrebbero farlo. Così abbiamo dato mandato all’avv. Maurizio Zuccaro, legale dell’associazione, di redigere la denuncia querela avverso il senatore.” – così dichiara al telefono Elisa Russo, fondatrice e presidente dell’associazione “La Forza delle donne”.

“Ravvisiamo nelle parole del sen. Morra numerose ipotesi di reato e demandiamo alla magistratura il compito di individuarle. Ma è un atto dovuto quello di presentare alla Procura della Repubblica di Napoli la nostra denuncia, perché le parole estremamente razziste e la stigmatizzazione della malattia della Santelli sono state un atto di  infimo livello, e neanche nel peggiore degli scenari immaginabili, avremmo creduto di poter ascoltare frasi di quel genere. E non mi esprimo politicamente sul fatto perché le dichiarazioni di Morra, che si sta caratterizzando per più di una uscita infelice, si commentano da sole: e considerando che il soggetto di cui stiamo discutendo è a capo di una commissione importantissima ci rimanda un quadro chiaro dello stato in cui versa la politica. Ma non posso tacere che la classe politica che ci sta guidando è del peggiore grado possibile”, ha voluto precisare l’avv. Maurizio Zuccaro, spiegando nel dettaglio le ragioni della denuncia. Dello stesso avviso i familiari della Santelli che hanno replicato via facebook a Morra ma che sembra vogliano procedere anch’essi per via legale avverso il senatore.

Il poco peso dato alle sue stesse parole ha messo Morra in una posizione che è poco definire scomoda e che, se la querela dovesse essere accolta, gli causerà anche problemi legali, vista la piega che sta prendendo la faccenda; e le scuse, come le giustificazioni incredibili addotte alle sue parole, non sono servite se non ad accendere ancora la polemica. Tacere quando non si ha nulla di sensato da dire rimane il consiglio migliore da prestare al senatore.

 

Carolina Pastore

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.