Cronaca

Campania, coronavirus. De Luca chiude discoteche e luoghi di divertimento. Niente comitive sulle isole e controllo temperatura ai passeggeri all’imbarco

Napoli, 7 Marzo – Con un’ordinanza firmata ieri sera, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nell’ambito delle misure di contenimento del coronavirus, stabilisce lo stop, fino al 15 marzo, per le discoteche ed i luoghi di ritrovo dove non sia possibile garantire la distanza interpersonale di un metro con il solo servizio verso i posti a sedere. 

Con questo durissimo provvedimento, il Governatore della Campania alza di molto le restrizioni per fronteggiare e combattere l’emergenza coronavirus, alla luce dei dati, tutt’altro che incoraggianti, che arrivano dalla task force della Protezione Civile.

Dall’emittente Lira Tv De Luca dichiara: “Non andare a scuola e poi la sera recarsi in discoteca, senza mantenere le distanze di sicurezza, incontrando altri adulti che vengono da chissà dove, che succede? Credo che sia poco probabile la riapertura delle scuole ma sono necessari altri provvedimenti, soprattutto riguardo appunto le discoteche”.

Una seconda ordinanza, invece, limita gli accessi alle isole del Golfo di Napoli vietando lo sbarco ad Ischia, Capri e Procida delle comitive turistiche provenienti da Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e dalle province di Pesaro ed Urbino e Savona.

In particolare il provvedimento prevede il divieto di imbarco sulle linee marittime per i gruppi turistici superiori a sei unità diretti alle isole. Dispone controlli individuali e di rilevazione della temperatura corporea per tutti i passeggeri in partenze per le tre isole che andranno effettuati con l’installazione di quattro punti di controllo (con postazioni fisse o mobili) ai porti di Napoli Beverello e Porta di Massa, Sorrento e Pozzuoli.

L’Ordinanza in questione è stata notificata a sindaci, prefetti e questure perché predispongano le verifiche ed i controlli di competenza. “La presente ordinanza – si legge nel documento – notificata ai Sindaci, ai Prefetti, alle Questure perché dispongano le verifiche e i controlli di rispettiva competenza in ordine all’osservanza delle presenti disposizioni e trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro della Salute”


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa