Politica

Campania, A. Cesaro (Fi):”Condividiamo ragioni medici di base, chiesta audizione in Commissione sanità”

loading...

Napoli, 9 Maggio – “Siamo e saremo al fianco dei medici di base che domani saranno con un presidio sotto la sede dell’assessorato alla sanità, al Centro Direzionale di Napoli. Nei giorni scorsi abbiamo chiesto un’audizione in Commissione Sanità ed auspico che il presidente Graziano si adoperi perché la seduta possa tenersi in tempi rapidi: non solo per capire le ragioni dei gravissimi ritardi nella pubblicazione delle aree carenti relative agli anni 2017 e 2018, ma anche per sollecitarne quella per il 2019, visto che il 31 marzo è passato da un pezzo e che sarebbe finalmente ora che si pubblicassero le modalità di partecipazione alle assegnazioni”. Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.

“Condividiamo le ragioni della protesta dei medici senza carriere – conclude Cesaro – e siamo pronti a fare la nostra parte e a sollecitare ulteriormente il governo regionale, come stiamo facendo da mesi, perché si chiuda finalmente questa annosa vertenza che crea gravi disagi ai cittadini e si apra finalmente uno spiraglio, un minimo di prospettiva per i giovani medici campani”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.