Comuni

Calvanico si colora di rosso per la campagna di sensibilizzazione a favore dell’AIL

STELLE DI NATALE AIL 2020 – Per un malato di leucemia la #BuonaStella sei tu

A DICEMBRE NON SCENDIAMO IN PIAZZA ma SALVIAMO LA RICERCA VOLONTARI AIL CALVANICO (SA) – Sez. Ail Salerno

Prenota la tua Stella e i Gadget. Saranno consegnati in totale sicurezza. Sostieni la ricerca per dare un futuro ai sogni dei pazienti ematologici

 

Calvanico, 6 Dicembre –  Le leucemie non vanno in lockdown. Ancora una volta Calvanico si colora di rosso per la campagna di sensibilizzazione a favore dell’AIL – Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma Onlus. Perché sostenere la ricerca scientifica significa donare una speranza.

Anche quest’anno 33mila persone hanno ricevuto una diagnosi di tumore nel sangue. Il virus non ferma leucemie, linfomi e mielomi. Oggi più che mai i pazienti hanno bisogno di assistenza, di cure, di sostegno psicologico: servizi che l’AIL garantisce ogni giorno, anche nell’emergenza Covid-19. C’è una stella che fiorisce anche nei momenti più difficili, per colorare la speranza dei pazienti ed è la Stella di Natale AIL.

«Questo virus improvviso, ha cambiato, sconvolto la nostra vita. Sembra che il tempo si sia fermato e tutto ciò che siamo in grado di fare è distinguere un primo e un dopo il virus SARS Covid-19. Questo è ciò che accade anche ad ogni malato di Leucemia, mieloma, linfoma, dopo la diagnosi della sua malattia – sottolinea Amalia Marciano, referente Volontari AIL Calvanico, sez. Ail Salerno – Tutto ciò che resta da fare è reinventare le proprie giornate, vivere ogni giorno con forza e coraggio. Oggi più che mai tutti sperimentiamo la lotta contro un nemico invisibile di cui conosciamo solo il nome, imparando pian piano a conoscerlo, riconoscerne gli effetti, combatterlo e purtroppo anche arrendersi alla sua forza. In questo momento così difficile, il nostro gesto dì solidarietà vale ancora di più perché, come dice Madre Teresa di Calcutta, “Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo, l’oceano avrebbe una goccia in meno”».

#MaiPiùSogniSpezzati è l’hashtag che sintetizza l’attività dei volontari AIL di Calvanico, ripreso lo scorso anno anche nel nome del cartellone di eventi natalizio per sensibilizzare alla ricerca scientifica.

“Insieme aiuteremo la ricerca per costruire il futuro dei pazienti ematologici – sottolineano i volontari AIL di Calvanico Sez. Ail Salerno – Quest’anno la pandemia ci costringe a non essere nelle piazze italiane per raccogliere fondi (in una rete di solidarietà che registra oltre 20mila volontari), ma consegneremo in totale sicurezza direttamente a casa, le stelle e tutti gli altri gadget, dai sogni al cioccolato ai bigliettini di auguri personalizzati, nel nostro caso nel territorio limitrofo al comune di Calvanico. NON SCENDIAMO IN PIAZZA, ma AIUTIAMO LA RICERCA“.

Per prenotare le Stelle di Natale e gli altri gadget e aderire alla raccolta fondi, basta contattare la pagina Fb Volontari AIL Calvanico – Sezione Ail Salerno, o il sito ufficiale AIL per scoprire la sezione provinciale più vicino casa.

Grazie al contributo di milioni di sostenitori AIL:

  • FINANZIA LA RICERCA attraverso il GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto), una fondazione no-profit per lo sviluppo e la promozione della ricerca scientifica, che può contare sull’adesione di oltre 140 Centri di Ematologia presenti su tutto il territorio nazionale.
  • REALIZZA LE CASE AIL vicine ai maggiori Centri di ematologia. Case di accoglienza pensate per ospitare i pazienti non residenti che devono affrontare lunghi periodi di cura, assistiti dai propri familiari. Il Servizio è offerto da 34 Sezioni.
  • ORGANIZZA IL SERVIZIO DI CURE DOMICILIARI per evitare il ricovero in ospedale a tutti i pazienti che possono essere curati nella propria casa con l’aiuto di familiari e amici. Il modo più efficace per migliorare loro la qualità della vita e per aiutarli a lottare al meglio contro la malattia. Il servizio è offerto da 42 Sezioni.
  • REALIZZA SCUOLE E SALE GIOCO IN OSPEDALE per consentire a bambini e ragazzi di non perdere il contatto con la realtà esterna, di continuare regolarmente gli studi e non trascurare l’importanza del gioco nelle sue varie forme (ricreativa, esplorativa e costruttiva). Ambienti a misura di bambino, luoghi dove l’allegria, la sensibilità e il conforto sono assicurati grazie alla presenza e al sostegno psicologico di operatori e volontari disponibili e preparati.
  • SOSTIENE LA FORMAZIONE E L’AGGIORNAMENTO di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio attraverso l’erogazione di borse di studio, prestazioni professionali e contratti di lavoro a tempo determinato e indeterminato.
  • PROMUOVE SEMINARI PER I PAZIENTI per garantire loro un confronto diretto con gli specialisti del settore e informazioni sempre aggiornate sulla loro malattia.
  • COLLABORA A SOSTENERE LE SPESE per assicurare il funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di Cellule Staminali. AIL garantisce finanziamenti per realizzare o ristrutturare ambulatori, day hospital, reparti di ricovero, per acquistare apparecchiature all’avanguardia e per finanziare personale sanitario che consenta il buon funzionamento delle strutture.
  • AIUTA I PAZIENTI E I LORO FAMILIARI offrendo servizi per affrontare al meglio il percorso di malattia.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.