Comunicati

Brusciano, 14 consiglieri si dimettono: cade l’amministrazione del Sindaco Montanile

Brusciano, 5 Marzo – In queste ore, a Brusciano, cade l’Amministrazione Montanile per le dimissioni di 14 consiglieri. Riceviamo e pubblichiamo una missiva di un lettore pervenuta alla nostra redazione su ciò che ha investito la comunità bruscianese.

“Sono 14 i consiglieri che senza spirito di amor di patria hanno deciso di abbandonare Brusciano alle sorti commissariali. Con una pandemia in corso, con una terza ondata alle porte, con le scuole chiuse per paura di contagiare bambini, in 14 hanno deciso di sfiduciare il proprio sindaco.

Nel periodo più nero della storia di qualsiasi amministrazione, non si smette di pensare a se stessi e favore del popolo. Una dura decisione quella di 14 consiglieri che adesso bloccano un intero paese che, tra alti e bassi, stava facendo il possibile per rialzarsi, prima rimediando  agli orrori amministrativi dei passati esecutivi e poi istituendo nuovi progetti.

Con quale coscienza ci si può fregare delle sorti dei propri paesani e pensare, continuare a pensare, solo a se stessi?  Bisognerebbe chiederlo ai 14 consiglieri che hanno abbandonato le retini che tenevano su una struttura che con il tempo, e con tanti sacrifici si stava consolidando.

Sono passati poco più di 2 anni dall’inizio dell Amministrazione Montanile a Brusciano, ma in realtà ne possiamo conteggiare solo 1, perché come in tutta Italia, anche nei piccoli paesi l’epidemia ha bloccato burocrazie, adempimenti, impegni e tutto il sistema che poteva rendere possibile il fluido funzionamento di un meccanismo che si stava costruendo passo dopo passo. Nonostante ciò, a Brusciano sono stati portati a termine molteplici progetti, alcuni conclusi, altri iniziati ed in corso d’opera.

Una ignobile lettera con 13 punti che citano opere “in giacenza” ha anticipato le dimissioni dei 14 consiglieri.  Tredici punti FALSI, ma non a chiacchiere, dimostrabile con documenti. False come le persone che il giorno prima ti offrono il caffe e quello dopo si organizzano per pugnalarti alle spalle.

A distanza di migliaia di anni ma sempre nel mese di Marzo, eccoci di nuovo con un  “Cesaricidio”. Come la storia racconta, il cesaricidio è l’assassinio di Gaio Giulio Cesare, avvenuto il 15 marzo del 44 a.C.  a opera di un gruppo di circa venti senatori che si consideravano custodi e difensori della tradizione e dell’ordinamento repubblicani e che, per loro cultura e formazione, erano contrari a ogni forma di potere personale. Temendo che Cesare volesse farsi re di Roma, un numero variabile di  senatori, guidati da «Gaio Cassio, Marco e Decimo Bruto» congiurarono per uccidere Cesare.

Tra essi, oltre ai Pompeiani e ai repubblicani, vi erano alcuni sostenitori di Cesare (identificabili oggi come gli attuali consiglieri di maggioranza del comune di Brusciano) che furono spinti a compiere questo assassinio prevalentemente da motivi personali: per rancore, invidia e delusioni per mancati riconoscimenti e compensi”.

“…furono spinti a compiere questo assassinio prevalentemente da motivi personali: per rancore, invidia e delusioni per mancati riconoscimenti e compensi.”

Passano gli anni, cambiano i popoli, ma probabilmente come illustri discendenti dei romani, non cambiamo la storia. A qualcuno, forse,  alcuni valori sono rimasti nel DNA, gli stessi valori dei sostenitori ma traditori di Cesare.

I probabili Interessi personali, prima degli interessi del paese, a Brusciano sono scritti negli annuari di storia e scolpiti nella mente dei tanti bravi cittadini che risiedono ormai da anni in questo comune.  La politica per bene purtroppo in questo paese ancora non si può fare, forse ancora è  troppo presto.  Ci stava provando il sindaco Peppe Montanile, ma si era illuso”.

 

 

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.