Magazine

Bimbo in arrivo: la sicurezza al primo posto

loading...

Napoli, 27 Gennaio – La nascita di un figlio è un evento straordinario: unisce le famiglie, fa sentire gioiosi e ansiosi di poter finalmente ricoprire il ruolo di genitore, che per tante persone oggigiorno è considerato un lusso, a causa del lavoro e della poca disponibilità economica delle giovani coppie. Tuttavia, quando ormai la gravidanza è agli sgoccioli, arriva il momento di pensare a come organizzarsi in casa e durante i trasporti, affinché il pargolo possa sentirsi sempre tranquillo e sicuro.

Dando un’occhiata al sito piccolo e forte potrete trovare numerosi articoli riguardo il parto e tutto ciò che è necessario conoscere per non farsi trovare impreparati, per esempio come affrontare la gravidanza, i primi malanni oppure il bagnetto.

 

Il seggiolino

Non importa quale macchina abbiate, il suo costo e i km percorsi, ciò che sarà indispensabile durante i viaggi, anche quelli brevi per portare il nuovo arrivato a conoscere gli zii, è avere a disposizione un ovetto. In commercio è possibile scegliere tra numerosi modelli, tuttavia, per i primi mesi di vita è necessario optare per la tipologia 0 o 0+.

Lasciate perdere chi vi suggerisce di posizionare la culletta portatile sui sedili posteriori, agganciandola semplicemente con la cintura, poiché non solo viola le norme stradali, e durante il controllo potreste essere pesantemente sanzionati, ma si tratta di una tecnica davvero pericolosa per la salute del piccolo.

L’ovetto, ovvero la tipologia di seggiolino auto da utilizzare fino a quando il bambino non raggiungerà 9 kg, va posizionato sul sedile del passeggero anteriore, girato però nel verso contrario a quello di marcia. Tale scelta è dovuta a una questione di sicurezza e presenza di airbag, che in caso di incidente non schiaccerebbe il volto e il petto del neonato. Si sa, i bambini crescono molto in fretta, e talvolta si è costretti ad acquistare nuovi prodotti dopo nemmeno un mese di utilizzo: per questo motivo, in commercio è possibile reperire seggiolini che includano più fasce d’età, affinché sia possibile adoperarli più a lungo. Per esempio, alcuni articoli racchiudono i gruppi 2 e 3, per minori dai 15 ai 36 kg circa, mentre il modello 0+/1 è perfetto dalla nascita fino ai 13 kg di peso.

Chi non ha un budget molto elevato, poiché magari preferisce investire su altri accessori come il tiralatte, giochi o il fasciatoio, può optare per un seggiolino più economico senza particolari ganci di sicurezza, ma che bisogna semplicemente ancorare tramite cinture seguendo delle indicazioni precise riportate nelle istruzioni. Tuttavia, molti modelli presentano dei specifici ganci chiamati ISOFIX, compatibili solo con alcune tipologie di automobili (ovvero quelle che li montano).

Quali pericoli si celano in casa?

Talvolta, pensare e agire con gli occhi di un bambino può rivelarsi molto utile per un individuo adulto, che non sempre si rende conto di quanti oggetti potenzialmente pericolosi ci siano in giro. Tutto ciò non è detto per spaventare i futuri genitori, ma per metterli al corrente dell’enorme responsabilità che comporta avere un figlio, per il quale sarà necessario cambiare totalmente non soltanto il proprio stile di vita, ma anche l’arredamento, affinché sia adatto alle sue esigenze.


Per questo motivo, durante lo sviluppo del neonato è necessario prendere alcuni accorgimenti, per evitare inconvenienti che potrebbero rivelarsi anche mortali. L’esempio più lampante sono di sicuro le prese elettriche: non solo sono a portata di “gattonamento”, ma la loro forma potrebbe attirare i più piccoli inserendo le loro dita proprio all’interno delle fessure.
In commercio è possibile acquistare dei copri prese specifici in plastica, in modo tale da tappare i pericolosi i buchi.

Chi ha una casa a più piani dovrà invece munirsi di cancellini, per evitare cadute accidentali per le scale. Oltre a quelli per animali, esistono diversi modelli dotati di blocco di sicurezza, affinché i più piccoli non riescano ad aprirli. Massima attenzione anche in cucina, dove il bambino potrebbe accedere ai fornelli o al forno e ustionarsi.

Tuttavia, non pensate che i problemi possano sorgere soltanto quando imparerà a camminare, poiché le peggiori disgrazie possono accadere fin da neonato, per esempio nel corso del bagnetto, durante il quale non si dovrà mai distogliere lo sguardo. Non sono rari infatti gli incidenti provocati da una piscinetta riempita troppo, o avvenuti in seguito a una caduta accidentale dal fasciatoio posizionato in alto. Per non parlare dei casi di avvelenamento dovuti all’ingestione di una dose eccessiva di un medicinale: è infatti estremamente consigliato di consultare il pediatra prima dell’assunzione di qualsiasi tipo di farmaco.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.