Comuni

Assurdo a Pianura, ditta di traslochi lancia rifiuti in un’isola ecologica chiusa

Verdi: “Superato ogni limite dell’inciviltà. Comportamento altamente illegale, tenendo conto che solo i residenti possono conferire nelle isole ecologiche, quando sono aperte”

 

 

Pianura, 23 Ottobre – “Ci è stato segnalato un video realizzato da un cittadino che mostra l’operaio di una ditta di traslochi in una piazzola in via Montagna Spaccata mentre lancia dei rifiuti all’interno dell’isola ecologica sottostante, tra l’altro chiusa per motivi tecnici, di via Nelson Mandela. Oramai si è superato ogni limite dell’inciviltà e purtroppo siamo costretti a rimarcare, senza colpevolizzare un’intera categoria, che troppo spesso le ditte di traslochi e repulisti si rendono protagoniste di episodi del genere. Il comportamento che si nota nel video è altamente illegale. In primis perché l’isola ecologica è chiusa, in secondo luogo perché solo i residenti all’interno del Comune di Napoli sono autorizzati a conferire. In pratica, per evitare lo smaltimento dei rifiuti a norma di legge, i protagonisti di questa assurda vicenda si liberano di quanto presente nel cassone del mezzo in una maniera aberrante”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il responsabile Ambiente del Sole che Ride Enzo Vasquez.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa