Comuni

A Pianura strade chiuse abusivamente con sbarre: ambulanza resta bloccata e non può prestare soccorso

Pianura, 13 Marzo – Il quartiere Pianura è da tantissimi anni protagonista di abusivismi di ogni genere. Uno dei tanti riguarda lo sbarramento illecito di alcune strade pubbliche che impediscono la regolare viabilità, questione denunciata diverse volte dal Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli alla Polizia Municipale.

La pagina facebook “Il Corriere di Pianura”, attraverso un post condiviso sulla propria bacheca e inviato anche a Borrelli, mostra come un’autoambulanza sia rimasta ostaggio di una di queste sbarre: “Prima o poi doveva succedere! Sono dieci anni che denunciamo questa assurda situazione!”.

“A Pianura ci sono delle strade, come via S. Josemaría Escrivá , via Ignazio Silone e via Primo Levi, che risultano essere gestite da privati che tramite sbarre, muretti in cemento o vasi ne chiudono l’accesso in modo assolutamente illegale. Ho chiesto l’intervento della Polizia Municipale per mettere fine a questa assurdità. Se la prossima volta un’ambulanza dovrà soccorrere un paziente in grave condizioni e resta bloccata cosa accadrà? Bisogna prevenire e non si capisce per quale ragione queste sbarre e muretti abusivi non siano stati ancora rimossi.”- ha dichiarato il consigliere Borrelli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa