Comuni

Sant’Antimo, consiglieri centrodestra:”Conti bocciati, delibere sospette,questo sindaco va mandato a casa”

Napoli, 30 Aprile – “Nonostante la sonora bocciatura di un bilancio che volendo essere buonisti definiremmo fantasioso, il sindaco Russo non demorde. Pur di rimanere incollato alla poltrona ha approvato infatti un bell’incarico ad un geometra parente di un consigliere di maggioranza e un sostanzioso aumento, dalle simboliche e storiche 1.000 lire a ben 10 mila euro, del ‘fitto’ che il Comune paga ai proprietari-amici della Rampa del Castello per renderlo accessibile ai cittadini. Due belle delibere che, prive di copertura finanziaria in barba alle diffide dei Revisori, si commentano da sole”. Lo rendono noto i consiglieri di opposizione di centrodestra del Comune di Sant’Antimo (Na) Annarita Borzacchiello, Vito Cesaro, Corrado Chiariello e Innocenzo Treviglio.

“Ma queste – avvertono i consiglieri di centrodestra – sono solo alcune delle tante delibere che nelle ultime settimane il sindaco ha sfornato, pubblicandole col contagocce per tenere insieme i cocci della propria sgangherata maggioranza e provare a convincere alcuni consiglieri indisponibili a votare un bilancio che, ripetiamo, a dire dei Revisori, non può reggere e va bocciato senza se e senza ma”.

“Oramai non c’è atto o attività di questo sindaco, che arriva persino a tentare di ‘sedurre’ i consiglieri di minoranza, che non presti il fianco a sospette clientele o familismi”, aggiungono.

“La poltrona? Rinnoviamo l’appello ai colleghi del consiglio comunale:gliela si tolga, restituiamo dignità a Sant’Antimo”, concludono i consiglieri di opposizione.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print