Politica

Campania, Ciarambino (M5S):”Sanità, Conte faccia sostituire al più presto De Luca con un nuovo commissario”

La consigliera regionale: “il Premier richiami la Lega al rispetto della Legalità”

Napoli, 18 Giugno – “Siamo noi a rivolgere un accorato appello al presidente Conte. Un appello a nome di tutti cittadini della Campania e dei tanti professionisti e operatori al servizio della sanità regionale, affinché il premier ci aiuti a liberarci dal nemico numero uno della nostra terra e consenta che sia finalmente rispettata quella norma di buonsenso, fortemente voluta dal suo Governo, che ha consentito di ripristinare l’incompatibilità tra i ruoli di presidente di Regione e commissario alla Sanità. Lei che si mostra da sempre così sensibile ai destini della nostra terra, richiami il viceministro leghista Garavaglia al rispetto della legalità. E’ ingiustificato l’ostruzionismo della Lega a tutto vantaggio di un governatore che impose all’allora premier Pd Matteo Renzi la sua nomina a commissario per mettere le mani su un settore che ha gestito calpestando sistematicamente ogni criterio di trasparenza, nominando manager e dirigenti per la sola appartenenza politica e premiandoli con stipendi da nababbi perché assecondassero esclusivamente i suoi voleri”. Lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“Il presidente Conte sa bene – prosegue Ciarambino –  grazie alle nostre continue e puntuali denunce, che per far tornare i conti di cui parla De Luca ha smantellato ospedali, chiuso reparti, devastato un settore che potrebbe essere un’eccellenza per le sole professionalità, tra medici e infermieri, che vi lavorano.  La salute dei cittadini della Campania non sarà più gestita da personaggi come questo. E’ giunta l’ora di sostituire De Luca con un nuovo commissario scelto per meriti e competenze, che restituisca ai campani l’assistenza che meritano”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print