Politica

Dl Rilancio, Occhiuto-Prestigiacomo-D’Attis-Russo (FI):””Sulla salute Pd e M5s tradiscono di nuovo il Sud”

loading...

Napoli, 29 Giugno – “Chi ha più soldi si cura e chi non li ha rinuncia perché non può, ma il Pd ed il Movimento 5 stelle fingono di non saperlo e cancellano i dati reddituali del cittadino e del suo nucleo familiare dai parametri in grado di misurare preventivamente il fabbisogno di salute della popolazione. Chi ne farà le spese? Ovviamente il Meridione e le categorie sociali più svantaggiate. Gli abitanti di Scampia e non certo quelli di piazza San Babila”: così i deputati di Forza Italia, Roberto Occhiuto, Stefania Prestigiacomo, Mauro D’Attis e Paolo Russo. 

“L’emendamento che esclude  dall’articolo 7 del decreto Rilancio la deprivazione sociale come indicatore delle politiche da mettere in campo per  garantire la salute di tutti gli italiani equivale ad un nuovo voltafaccia della maggioranza di governo nei confronti dei cittadini del Sud”, afferma il deputato Paolo Russo, responsabile per le politiche del Mezzogiorno di Forza Italia.

“Alle aree depresse sono stati preferiti i territori più ricchi del Nord ed il risultato sarà che avremo più lifting e meno mammografie, più cliniche per vip e meno prevenzione”, concludono i parlamentari.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.