Politica

SUD, A. Cesaro (FI):”Dati su disoccupazione giovanile impietosi, servono misure shock”

loading...

Napoli, 29 Aprile – “I dati sulla disoccupazione giovanile al Sud diffusi oggi da Eurostat sono a dir poco impietosi: Campania, Calabria e Sicilia, con tassi superiori al 50 %, sono agli ultimi posti tra le 280 regioni monitorate. Un segnale inequivocabile, dunque, del fallimento assoluto delle politiche giovanili degli ulti anni, sempre che ve ne siano state”.

Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania Armando Cesaro per il quale “servono misure shock per colmare un gap intollerabile con le altre regioni italiane, un divario che con l’elemosina del reddito di cittadinanza è destinato ad aumentare drammaticamente”.

“Ribadisco – aggiunge Cesaro – serve l’immediata creazione di una No Tax Area al Sud, per almeno cinque anni, a sostegno delle imprese meridionali che assumono giovani under 35 e la destinazione di almeno il 50% degli investimenti pubblici al Mezzogiorno”. “Serve, come ho sempre sostenuto, un atto di responsabilità generazionale a tutela delle future generazioni del Sud che non può ridursi a mere operazioni di principio né, come sta accadendo con il reddito di cittadinanza, a creare disoccupati di professione”, conclude Cesaro.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.