Comuni

Sequestrato un terreno ad Afragola, si spargeva finto compost: erano rifiuti

Afragola, 21 Maggio – Nella giornata del 20 maggio, come riportato da “Il Giornale di Caivano”, i carabinieri del Noe hanno messo sotto sequestro un’area di circa tre ettari di un terreno tra Afragola, Caivano ed Acerra dove è stato sparso del finto compost, in realtà si trattava di rifiuti macerati.

“Mentre siamo ancora in emergenza sanitaria e si fa ancora la conta dei contagiati e dei morti da coronavirus, nella terra dei fuochi gli eco-criminali continuano a far danni provocando disastri ambientali e facendo morire la gente di cancro. Il coronavirus presto o tardi diventerà solo un ricordo mentre quello dei crimini ambientali, se non si prenderanno seri e drastici provvedimenti, sarà un problema costante del nostro territorio che col passare del tempo si aggraverà sempre di più fino che sia arriverà ad un punto di non-ritorno ed allora sarà la fine. Ora che si è ancora in tempo combattiamo i criminali che inquinano la nostra terra, facciamo la guerra a coloro che ci stano uccidendo tutti con i loro veleni, usiamo tutti i mezzi che si hanno a disposizione per fare questo, mettiamo fine a questa vergogna una volta per sempre.”- sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa