Comuni

Sant’Anastasia, CRI: “Doniamo un sorriso ai più piccoli”

Sant’Anastasia, 8 Maggio – La bandiera della Croce Rossa Italiana sventola al balcone del Municipio ed ai più piccoli sarà portato in dono il “pacco Serenella”: due iniziative del gruppo della Croce Rossa di Sant’Anastasia per festeggiare l’8 maggio, festa mondiale dell’associazione umanitaria internazionale, come meglio sa fare, pensando cioè ai più vulnerabili.

Poco fa, alle 12:30 una delegazione di volontari ha portato la bandiera della CRI a Palazzo Siano, dove sarà esposta fino al 13 maggio. Dalle ore 15:00 in poi inizierà nell’aula consiliare la composizione del pacco-dono chiamato “Pacco Serenella – il dono della Felicità” che conterrà penne, matite, pastelli, album da disegno, quadernoni, pennarelli, acquerelli e tante altre cose.

Partendo dalla donazione ricevuta da una privata cittadina e con il sostegno di alcuni imprenditori locali (tra cui Conad supermercati dell’Arco, cartoleria Prisma, supermercati Decò Le Aquile, Pirotecnica Pirolandia), i volontari della CRI hanno pensato di realizzare i pacchi-dono e di consegnarli la mattina di sabato 9 maggio ai piccoli anastasiani con cui sono venuti in contatto in questo periodo di emergenza.

Dalla contrada Starza a via Capodivilla, da via Romani a via Pomigliano, senza dimenticare Madonna dell’Arco e il centro storico, nel pieno rispetto delle norme previste dai DPCM e dalle ordinanze regionali, i volontari riusciranno a strappare sicuramente un sorriso ai bambini del territorio.

Tutto il gruppo della Croce Rossa di Sant’Anastasia è stato finora impegnato quotidianamente in attività di supporto alla popolazione ed ha collaborato attivamente con le Istituzioni scolastiche e le Politiche Sociali, per perseguire il principale obiettivo dell’associazione: prevenire ed alleviare la sofferenza in maniera imparziale, senza distinzione di nazionalità, razza, sesso, credo religioso, lingua, classe sociale o opinione politica, contribuendo al mantenimento e alla promozione della dignità umana e di una cultura della non violenza e della pace.

“L’emergenza sanitaria ha radicalmente cambiato la quotidianità e le abitudini della maggior parte dei cittadini, che, seppur desiderosi di andare al lavoro, a scuola, a mangiare una pizza con gli amici o fare una semplice passeggiata, hanno osservato – dicono i giovani CRI – le misure previste dal Governo e dalla Regione Campania restando a casa, con i loro familiari e con i più piccoli. Abbiamo ripensato ai volti di quei bambini ed abbiamo immaginato i loro sorrisi nel ricevere matite, pastelli, album da disegno, piccole cose che loro sanno apprezzare tanto. Ringraziamo il sub Commissario Gennaro De Santis e la Commissaria Stefania Rodà per la sensibilità avuta nei nostri confronti e la condivisione della nostra iniziativa, nonché per il loro impegno nel valorizzare il nostro lavoro”.

Ho apprezzato molto l’iniziativa dei nostri volontari della Croce Rossa. Sono giovani ragazze e ragazzi che vanno sostenuti per il loro impegno a favore dei più deboli e – dice la dott.ssa Stefania Rodà, Commissaria Straordinaria – per tutto quello che hanno fatto sul territorio in aiuto alle famiglie durante l’emergenza sanitaria. Mi piace moltissimo l’idea di regalare un sorriso ai bimbi mediante il pacco dono che sarà senza dubbio gradito”.

Stefania Ferraro e Giuseppe Piscopo


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa