Attualita'

Regioni, Covid: passaggi di colore tra indicatori e parametri

loading...

Napoli, 14 Novembre – La situazione epidemiologica nazionale sta diventando sempre più problematica, tenuto conto dei cambiamenti repentini della curva dei contagi. A breve sarà aggiornata la mappa delle fasce di rischio, dopo l’incontro in videoconferenza tenuto tra le Regioni e Governo.

Alcune scintille tra il Presidente De Luca e il Ministro Boccia, hanno evidenziato lo stato di nervosismo e di pressione che inevitabilmente sta coinvolgendo un po’ tutti gli attori di questo tragico momento. Il termine “sciacallaggio”, usato dal Governatore Campano nei confronti del Governo per rimarcare l’acquisizione errata da parte del Governo dei dati Covid regionali, ha irritato non poco il Ministro per gli Affari Regionali. Alla successiva lamentela di De Luca circa la mancanza di personale ha indotto Boccia a rispondere che non v’è alcun sciacallaggio verso la Campania, e che il personale potrebbe contattarlo lo stesso Governatore dalle istanze giunte per il bando della Protezione Civile.

Una buona notizia che è emersa durante il consesso ha riguardato l’ampliamento della rete Covid Hotel, da incrementare per ogni provincia. Così il Ministro Boccia: “Arcuri metta a disposizione il più alto numero possibile di Covid hotel che serviranno a ridurre la pressione sui reparti ospedalieri e a curare i contagiati senza sintomi gravi che hanno difficoltà a restare in isolamento”. Questa soluzione dovrebbe prevedere che gli indennizzi ai proprietari degli alberghi siano a carico dello Stato, mentre il personale dovrebbe essere individuato dalle rispettive Regioni. In attesa dell’imminente passaggio delle Marche, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia in fascia Arancione e della Campania e Toscana in fascia Rossa, andiamo ad elencare i 21 indicatori che consentono al CTS di decidere in tal senso.

Questi indicatori prevedono il monitoraggio di 9 parametri: i dati raccolti vengono analizzati da due algoritmi di valutazione, che a loro volta generano la cosiddetta “matrice del rischio”. Così si genera la probabilità di un peggioramento della situazione sanitaria. Tre sono gli ambiti che raggruppano gli indicatori: il primo misura la capacità di raccolta dati delle singole Regioni, il secondo misura la capacità di testare tutti i casi sospetti e di garantire adeguate risorse per il contact tracing, isolamento e quarantena. Infine, il terzo ambito, misura la capacità ricettiva dei servizi sanitari e il monitoraggio del contagio. Di seguito i 21 indicatori:

  1. Numero di casi sintomatici notificati per mese in cui è indicata la data inizio dei sintomi, sul totale di casi sintomatici notificati al sistema di sorveglianza nello stesso periodo.
  2. Numero di casi notificati per mese con storia di ricovero in ospedale, in reparti diversi dalla terapia intensiva, in cui è indicata la data di ricovero, sul totale di casi con storia di ricovero in ospedale, in reparti diversi dalla terapia intensiva, notificati al sistema di sorveglianza nello stesso periodo.
  3. Numero di casi notificati per mese con storia di trasferimento/ricovero in reparto di terapia intensiva in cui è indicata la data di trasferimento o ricovero in terapia intensiva, sul totale di casi con storia di trasferimento/ricovero in terapia intensiva notificati al sistema di sorveglianza nello stesso periodo.
  4. Numero di casi notificati per mese in cui è riportato il comune di domicilio o residenza, sul totale di casi notificati al sistema di sorveglianza nello stesso periodo.
  5. Numero di checklist somministrate settimanalmente a strutture residenziali sociosanitarie (opzionale).
  6. Numero di strutture residenziali sociosanitarie rispondenti alla checklist settimanalmente con almeno una criticità riscontrata (opzionale).
  7. Percentuale di tamponi positivi, escludendo per quanto possibile tutte le attività di screening e il “re-testing” degli stessi soggetti, complessivamente e per macro-setting (territoriale, pronto soccorso/ospedale, altro) per mese.
  8. Tempo tra data inizio sintomi e data di diagnosi.
  9. Tempo tra data inizio sintomi e data di isolamento (opzionale).
  10. Numero, tipologia di figure professionali e tempo, sul totale delle persone dedicate in ciascun servizio territoriale al contact-tracing.
  11. Numero, tipologia di figure professionali e tempo, sul totale di persone dedicate in ciascun servizio territoriale alle attività di prelievo/invio ai laboratori di riferimento e monitoraggio dei contatti stretti e dei casi posti rispettivamente in quarantena e isolamento.
  12. Numero di casi confermati di infezione nella Regione per cui sia stata effettuata regolare indagine epidemiologica con ricerca dei contatti stretti, sul totale di nuovi casi di infezione confermati.
  13. Numero di casi riportati alla Protezione civile negli ultimi 14 giorni.
  14. Rt calcolato sulla base della sorveglianza integrata ISS (si utilizzeranno due indicatori, basati su data inizio sintomi e data di ospedalizzazione).
  15. Numero di casi riportati alla sorveglianza sentinella Covid-net per settimana (opzionale).
  16. Numero di casi per data diagnosi e per data inizio sintomi riportati alla sorveglianza integrata Covid per giorno.
  17. Numero di nuovi focolai di trasmissione (2 o più casi epidemiologicamente collegati tra loro o un aumento inatteso nel numero di casi in un tempo e luogo definito).
  18. Numero di nuovi casi di infezione confermata da SARS-CoV-2 per Regione non associati a catene di trasmissione note.
  19. Numero di accessi al pronto soccorso con classificazione ICD-9 (malattie infettive, tumori, disturbi mentali, malformazioni, complicazioni gravidanza, avvelenamenti, ecc) compatibile con quadri sindromici riconducibili a Covid-19 (opzionale)
  20. Tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva (codice 49) per pazienti Covid.
  21. Tasso di occupazione dei posti letto totali di area medica per pazienti Covid.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.